“Lucky Life” primo disco di Lazy Snail

5

EMILIA ROMAGNA – Dal 16 dicembre è uscito sulle principali piattaforme europee, tra le quali Bandcamp e Juno, “Lucky Life” il primo disco interamente scritto da Alessandro Gatta [alias Lazy Snail], dj e produttore romagnolo, lanciato sul mercato discografico dall’etichetta Flexi Cuts di Simone Guerra, piccola, ma molto attiva e intraprendente realtà lughese che in questi ultimi anni sta dando voce e spazio a molti musicisti e dj provenienti da tutto il mondo.

Un EP ideato, cresciuto e concretizzatosi in Romagna e che di questa terra porta con sé il desiderio di affrancarsi, come risultato ineludibile di un lungo e attento lavoro. Un’opera che esplora la musica e le rende omaggio, proprio nell’anno in cui lo stesso Lazy Snail festeggia i 50 anni, molti dei quali trascorsi in consolle o a studiare sonorità, stile, ritmiche. Un lavoro interiore, che parte da dentro, esce e viaggia nel mondo senza dimenticare le proprie origini.

“Era da tempo che pensavo di realizzare un disco – racconta lo stesso Alessandro Gatta – e in questo 2022 credo sia giunto il momento più opportuno per me. Ho scelto di rispolverare vecchie tracce scritte negli anni, ridando loro vita e aggiornandole con suoni più nuovi. Per me è stato come salire in soffitta e riscoprire qualcosa di prezioso del quale prendersi cura, riassumendo un lungo viaggio musicale. Il mio viaggio”.

Il disco è composto da cinque tracce. Il lato A si apre con il pezzo dal titolo Remercier, l’unica traccia con un timbro realmente dance e che rappresenta una sorta di ringraziamento alla musica come forma d’arte universale attraverso un speech a tema che l’accompagna fino in fondo. A seguire, Vagrants (Cudgnôla), omaggio alla città natale di Alessandro, Cotignola nella campagna ravennate, raccontandola in un contesto invernale e prendendo spunto da una filastrocca che definisce i suoi abitanti, tra le altre cose, come vagabondi. Sul lato B One Place, unica traccia cantata che si avvale del feat. di Aleksandra Szalińska, alias Flicker Fox, vocalist polacca che arricchisce un’ambientazione che tende al techno. La quarta traccia è Climbin’ High e immagina la salita, il momento dell’arrampicata in montagna, elemento naturale al quale Alessandro è da sempre legato anche se non nella sua forma più estrema. Il disco si chiude poi con No Evil, unico brano nato recentemente e dal sapore ambient, in un pomeriggio piovoso, che col suo crescendo vuole essere una sorta di esortazione a cancellare le divisioni tra persone di diverse provenienze attraverso la conoscenza reciproca.

Un disco prezioso, come preziosa è la copertina, opera di Massimiliano Fabbri, artista e museologo, anch’egli nativo di Cotignola. Disegni e figure nate da un recente incontro che ha ravvivato un’amicizia sopita dal tempo e da differenti esperienze di vita. Fabbri firma anche la bellissima sleeve, dal titolo “Pittore innocente”, inserita all’interno e che sul retro porta crediti e ringraziamenti di Lazy Snail.

Credits: tutti brani sono scritti da Alessandro Gatta. Mixato da Simone Guerra aka Relative. Mastering di Francesco Brini allo Spectrum Studio di Bologna. Illustrazioni di Massimiliano Fabbri. Progetto di Giuseppe Pesce. Worldwide distribution by Rubadub – Glasgow