“Lo Splendore del Classico” il 14 gennaio all’Auditorium G. Rossini di Modena

4
Carlo Aonzo – Bruno Canino

MODENA – Sabato 14 gennaio alle ore 18.00, nell’ambito della XI edizione della rassegna “Protagonista il Mandolino” organizzata dall’Associazione Ensemble Mandolinistico Estense presso l’Auditorium Corale Gioacchino Rossini di Modena, si terrà una prima assoluta del duo formato dal mandolinista di fama internazionale Carlo Aonzo e dal prestigioso Maestro Bruno Canino, uno dei massimi cameristi e pianisti dei nostri tempi.

Il programma, appositamente costruito per questo evento, propone musiche di Ludwig van Beethoven (Sonatina in Do maggiore – Adagio ma non troppo in Mib maggiore – Sonatina in Do minore – Andante con variazioni in Re maggiore), Franz Schubert (Sonatina op. 137 n. 1 in Re maggiore – I. Allegro molto II. Andante III. Allegro vivace) e Raffaele Calace (Fantasia Poetica op. 56).

Il concerto è parte della rassegna Modenese interamente dedicata al mandolino che vede alla direzione artistica il Maestro Roberto Palumbo, l’ingresso è libero ed è prevista la prenotazione (plettro@mandolinoestense.it).

Un duo inedito, tutto da ascoltare, per il quale il Maestro Aonzo ha dichiarato: “Ho avviato recentemente una importante collaborazione con il prestigioso pianista Bruno Canino, una leggenda vivente. Il maestro nella sua lunga carriera ha accompagnato i più grandi violinisti della storia della musica e questa è la sua prima vera collaborazione con un mandolinista. Sono orgoglioso di rappresentare per lui questa nuova esperienza.”

BRUNO CANINO

Nato a Napoli, ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano.

Come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e festival europei, in America, Australia e Giappone.

Suona in duo pianistico con Antonio Ballista e collabora con illustri strumentisti quali Salvatore Accardo, Uto Ughi, Itzahk Perlman.

È stato direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia e si è dedicato molto alla musica contemporanea, lavorando con Boulez, Berio, Stockhausen, Ligeti, Maderna, Nono, Bussotti, di cui spesso ha eseguito opere in prima esecuzione.

Ha suonato sotto la direzione di Claudio Abbado, Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Wolfgang Sawallisch, Luciano Berio, Pierre Boulez con orchestre quali la Filarmonica della Scala, l’Orchestra di Santa Cecilia, i Berliner Philharmoniker, la New York Philharmonia, l’Orchestre National de France.

Numerose sono le sue registrazioni discografiche.

Tiene regolarmente masterclass in Italia, Germania, Giappone.

CARLO AONZO

Mandolinista italiano di fama internazionale, ha studiato presso il Conservatorio di Padova, collabora con prestigiose istituzioni quali l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, il Maggio Musicale Fiorentino, la Nashville Chamber Orchestra e si esibisce in tutto il mondo nelle maggiori sale da concerto tra cui la Carnegie Hall di New York, la Filarmonica di San Pietroburgo (Russia), la Toyoshu Hall di Tokyo e tiene regolarmente masterclass in Europa, Giappone e Stati Uniti.

Docente presso il Conservatorio di Ferrara, concertista, ricercatore, fondatore e direttore dell’Accademia Internazionale Italiana di Mandolino, cura la rassegna Mandolini in Mostra presso Cremona Musica Exhibitions & Festivals.

Vanta un’ampia discografia sia in ambito classico che crossover, tesa alla sperimentazione delle possibilità espressive dello strumento iconico italiano nei vari generi musicali.

CARLO AONZO E BRUNO CANINO

“Lo Splendore del Classico”

duo mandolino e pianoforte

sabato 14 gennaio 2023

Auditorium Corale Gioacchino Rossini – Modena