L’invettiva di Dante all’Italia spiegata da Gardenio Granata

24

Ciclo ‘Dante 700’: martedì 25 gennaio 2022 alle 17 conferenza in sala Agnelli e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web

FERRARA – Avrà per tema l’invettiva di Dante all’Italia, contenuta nel sesto canto del Purgatorio, la nuova conferenza del ciclo ‘Dante ‘700’, a cura di Gardenio Granata, che si terrà martedì 25 gennaio 2022 alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web (per accedere clicca al link: https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=0%3dMhOaRg%265%3dX%260%3dYKYOb%268%3dZRa%26D%3dEFR9P_Dylw_O9_Axox_KC_Dylw_NDFTI.W8RFSuB.yM6_Om1i_Y2A180LxI_Dylw_NDnjM_91GZokqOuznPciUEg8w9tSi3%26B%3d6RETvY.0CC%26FE%3dYNbMc&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt).

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)

Virgilio osserva uno spirito in disparte, altero e sdegnoso. Il poeta latino gli domanda la strada per salire, ma quello, senza rispondere, chiede la loro patria e non appena sente pronunciare “Mantova”, balza verso il compatriota, abbracciandolo e dicendo di essere Sordello «da la tua terra». La scena induce Dante a prorompere in una violenta invettiva contro l’Italia lacerata dalle discordie civili, non più signora dei popoli ma luogo di corruzione. Le leggi non sono applicate e la gente di Chiesa usurpa la funzione dell’Imperatore accrescendo il disordine. Le città italiane sono piene di tiranni! L’invettiva assume toni amaramente sarcastici allorché Dante si rivolge a Firenze in preda a comportamenti squallidamente mutevoli in peggio; la grande “malata” insomma, incapace di sollievo ma pronta a esiliare i suoi figli migliori!

L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli è consentito con Green pass “rafforzato” e mascherina FFP2.

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it