Liceo artistico G. Chierici, manifesto Carnevale di Castelnovo di Sotto

24

REGGIO EMILIA – È arrivato Carnevale e come poteva mancare il liceo artistico Chierici all’appuntamento della blasonata centenaria manifestazione, della città di Castelnovo  di Sotto, nota in tutt’Italia, come “ Al Castein”? La scuola ha partecipato alla preparazione della manifestazione allestita da 150 volontari nei capannoni appositi ed ha realizzato il bellissimo manifesto, arieggiate a Mirò, di questa 136esima edizione. Da domenica 4 febbraio, e per quattro settimane, a Castelnovo Sotto, che quest’anno compie 136 anni, allestito da 150 volontari. La manifestazione si svolgerà nelle quattro domeniche di febbraio: il 4, l’11, il 18 e il 25.

I disegni per i manifesti, svolti dalla classe VB coordina dalla docente Rosa Barrili, sono stati presentati  durante una serata , cui  hanno preso parte il sindaco, Francesco Monica, il presidente dell’associazione “Al Castlein”, Mario Mattioli e lo studente del liceo artistico Chierici, Gabriele Vergnani, autore del manifesto del Carnevale 2024, oltre ai volontari delle scuderie e tantissimi castelnovesi. Mattioli, ha illustrato il programma della kermesse e ringraziato tutti coloro che ogni anno la rendono possibile, ricordando che domenica 4 febbraio,la cerimonia ufficiale in cui il sindaco consegne le chiavi del Comune al Castlein.    Tra gli applausi Vergnani, che frequenta la 5ª B, Indirizzo Figurativo del liceo, ha descritto la sua creazione: “Ho scelto un semplice cartoon per attirare l’attenzione della fascia d’età dei bambini utilizzando colori accesi. Mi sono ispirato allo stile della fumettista Miriam Bonastre – ha detto il 18enne – In primo piano ho raffigurato il Castlein con in spalla la grande chiave della città. Lui stesso fa un gesto d’invito porgendo la mano in avanti come se volesse trasportare chi lo guarda dentro l’ambientazione. Dietro di lui c’è la chiesa della Madonna che è un simbolo di aggregazione della comunità. Intorno ci sono machere e bambini che si divertono in un clima goliardico”. La serata è stata anche un’occasione ammirare in anteprima gli enormi ed elaborati carri realizzati dai volontari delle diverse scuderie del Carnevale castelnovese. Queste adesso son pronte a darsi battaglia. L’obiettivo è duplice: è far divertire il pubblico, conquistare l’ambito gonfalone che, nel 2023, è andato al gruppo “La Montagnola”.

Oltre ai campioni che si ripresentano con: “Il diavolo veste la Montagnola”, si sfideranno a colpi di creatività i “Club 69-Classe 96” con “Finché suocera non ci separi”, i “Saber” con “Top Gun Saber”, la “Belvedere 3.0” con “Arca 3.0”, l’“Olimpia 2” con “Tasse e tributi, che Robin ci aiuti”, la “Junior” con “Totem al Carnevale.”, la “Fiac” con la mascherata “Fuori dal nido” e la scuderia Avis con “Olè”.
Il gruppo dei ragazzi del Sap, riuniti nella scuderia “Amigos Locos” portan una mascherata per le strade castelnovesi dal titolo: “Mostro di cioccolato”. Sono presenti anche due carri realizzati dai genitori dei bambini che frequentano le scuole dell’infanzia castelnovesi: la “Girasole-Palomar” con: “I diavoletti” e “Villa Gaia” con: “Animali straordinari”. Anche l’associazione Botteghe della Rocca partecipa con: “Botteghe trottoline… con ribelli trotterelli”.

Come in ogni edizione saranno presenti alle sfilate ospiti che arrivano da dall’Italia. Il  4 febbraio, ha animato il Carnevale , il gruppo storico degli sbandieratori “Città di Castiglion Fiorentino” con musici, tamburi e chiarine in uno spettacolare corteo medievale per le vie del centro cittadino ci. Non manca poi la musica e i balli con dj Lucky e Alfo.

L’11 febbraio sarà a Castelnovo il “Gruppo teatrale Coriani” con lo spettacolo di burattini animati “Le farse di Fagiolino e Sandrone. MP animazioni organizzerà “Sconvogli piazza” con esibizioni di clown, maghi, giocolieri e mangiafuoco. Al termine della sfilata dei carri dj set con balli, coreografie e musica fino a tarda sera.

Il  18 febbraio, oltre alle animazioni e ai giochi, alle ore 16.30 ci sarà la premiazione del Carro e della scuderia vincitori dell’edizione 2024 del carnevale. Oltre al riconoscimento alla migliore maschera singola e alla migliore mascherata di gruppo.
Domenica 25 febbraio andrà in scena l’ultima sfilata.

In tutte e quattro le domeniche, “VitaminAnimation” proporrà spettacoli con bolle di sapone, sculture di palloncini e truccabimbi.

Durante la festa castelnovese il Museo della Maschera, in municipio, sarà aperto il sabato dalle 15 alle 18 e la domenica dalle 10 alle 18. Ci sarà la mostra delle opere in cartapesta nella chiesa della Madonna con inaugurazione sabato 3 gennaio alle ore 16.30. La ristorazione sarà garantita dal Mc Castlein con gnocco fritto e patatine. I prodotti a marchio “Al Castlein” si potranno acquistare alla “Castlein Baita”, mentre per i bambini è stato organizzato il “Concorso mascherine” che prevede ricchi premi.

È arrivato Carnevale

il manifesto del Chierici  simbolo di “Al Castlein”

la kermesse di Castelnovo Sotto