Le visionarie armonie di Liszt dalla tastiera di Enrico Pace in recital al Teatro Galli

RIMINI – Sarà il pianista Enrico Pace a concludere sabato 7 dicembre – ore 21 – al Teatro Galli il ciclo delle Musiche da Camera nell’ambito della 70esima Sagra Musicale Malatestiana.

Talento di origine riminese e dalla consolidata reputazione internazionale, Pace dedica il suo recital a Franz Liszt e alle sue visionarie Harmonies poétique et religieuses, raccolta pianistica composta fra il 1842 e il 1852, ispirata all’omonima raccolta di Alphonse de Lamartine, pubblicata pochi anni prima e dove le liriche, come rivela l’autore, sono scritte “come sono state sentite, senza legami, senza collegamenti”. Grande ammiratore del poeta, Liszt le riflette sulla tastiera, procedendo a salti o omissioni, ma anche con citazioni di passi apposti in testa allo spartito e stabilendo ulteriori corrispondenze tra brani letterari e brani musicali. Scandito in dieci stazioni, il ciclo è una delle opere più intense e originali composte dal grande virtuoso della tastiera e Enrico Pace lo ha scelto come originale programma del recital con cui presentarsi per la prima volta sul palco del rinato Teatro Galli.

Perfezionatosi all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, Enrico Pace vanta una carriera brillante, avviata dopo la vittoria del primo premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Utrecht nel 1989. Da allora il solista si è esibito in tutta Europa in prestigiose sale da concerto tra cui la Philharmonie di Berlino ed è stato invitato a suonare in numerosi Festival internazionali, esibendosi spesso con orchestre prestigiose, come la Royal Orchestra del Concertgebouw, la Filarmonica di Monaco, la BBC Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia di Roma, la MDR-Sinfonieorchester di Lipsia, la Camerata Salzburg, l’Orchestra Filarmonica di Varsavia. Enrico Pace ha instaurato una intensa collaborazione con il violinista Frank Peter Zimmermann, con il quale suona in Europa, Estremo Oriente e Sud America. Il sodalizio con il violinista Leonidas Kavakos ha dato vita ad un progetto dedicato alle sonate di Beethoven per violino e pianoforte, confluito in un’incisione per Decca e coronato dall’assegnazione del Premio Abbiati da parte dell’Associazione Nazionale Critici Musicali.

Biglietteria
Biglietti da 10 a 25 euro. Prevendita alla biglietteria del Teatro Galli (piazza Cavour 22), dal martedì al sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Tel. 0541 793811, biglietteriateatro@comune.rimini.it. I biglietti sono in vendita anche on line sul sito del Teatro Galli (www.teatrogalli.it) e sul canale Vivaticket.