Le Scuole del Quartiere San Leonardo si “aprono” alla comunità

14

Sottoscritto ieri il patto di collaborazione, nato nell’ambito dei progetti approvati con il Bilancio Partecipativo 2019 – 2022 promosso dal Comune di Parma

PARMA – Le scuole del Quartiere San Leonardo si aprono alla comunità: firmato ieri il patto di collaborazione, nato dai progetti approvati nell’ambito del Bilancio Partecipativo 2019 – 2022, promossi dall’Assessorato alla Partecipazione del Comune di Parma, guidato da Nicoletta Paci.

Il patto di collaborazione è stato firmato questa mattina, lunedì 22 febbraio, alla presenza di Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini, da Simona Colombo, Dirigente del Settore Cittadinanza Attiva, Pari Opportunità e Benessere Animale del Comune di Parma, da Chiara Palù e Elena Conforti, Dirigenti degli I.C. Micheli e Toscanini, dai referenti del CCVSan Leonardo (Consiglio dei Cittadini Volontari) e delle Associazioni attive nel quartiere tra cui, Amici della Biblioteca di San Leonardo – Oper Art – Gruppo Scuola – Comunità Solidale Parma – Manifattura Urbana – Balliamo sul Mondo .

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessora Nicoletta Paci che ha sottolineato come “il progetto nasca da una rete di scuole e associazioni e come si sia concretizzato anche grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Scuola, guidato da Ines Seletti. Esso porta a compimento uno dei progetti del Bilancio Partecipativo, votati nel 2019, progetto che verrà completato nell’arco di un anno”.

“Scuole e Quartiere in Dialogo” è appunto il titolo del patto di collaborazione, frutto del progetto approvato nell’ambito del Bilancio partecipativo 2019-2021 del Comune di Parma (prorogato al 2022 a causa dell’emergenza sanitaria), il cui intento è mettere in relazione le due realtà scolastiche con il quartiere dove sono ubicate. La finalità è la promozione di una condivisione partecipativa di iniziative culturali in sinergia con il territorio, partendo dai bambini e coinvolgendo genitori e famiglie fino ad arrivare a tutte le realtà presenti nel Quartiere.

La scuola è riconosciuta come “bene comune” che, a partire dalle funzioni educative istituzionali, promuove ulteriori azioni di ricerca, formazione e aggregazione per costruire un’identità di quartiere attraverso la costruzione di reti e relazioni in un’ottica di integrazione e valorizzazione delle risorse locali presenti.

Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di un’aula polifunzionale nel plesso scolastico della scuola primaria (elementare) “San Leonardo” e della scuola secondaria di primo grado (medie) “Luigi Vicini” in Via Milano, per creare uno spazio in cui condividere eventi e attività per il quartiere: un ambiente “da vivere” per attività extracurricolari come teatro, musica e canto, cinema, gruppi di studio, progetti formativi per docenti, studenti e genitori, attività laboratoriali, alcune delle quali già sperimentate con successo.

Il contesto scolastico viene reinterpretato per rafforzare la partecipazione e attivare sinergie fra scuola –famiglia e quartiere: non più concepito come luogo chiuso all’esterno, diventa uno spazio al centro del quartiere, “aperto” alla comunità in cui le associazioni coinvolte nel patto in primis, servizi sociali, enti pubblici e privati, potranno svolgere attività coerenti con l’ obiettivo di promuovere la crescita civica e il senso di appartenenza al territorio; il benessere, la partecipazione attiva e l’inclusione sociale.