Le principali delibere approvate nella seduta della Giunta comunale del 7 settembre 2021

10

municipio-ferraraDal Comune sostegno a progetti in favore di minori fragili e per la promozione dell’attività sportiva in carcere; iniziative sul territorio per il contrasto delle discriminazioni

FERRARA – Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 7 settembre 2021:

>> Assessorato Politiche Sociali, Politiche Abitative, Servizi Demografici e Stato Civile – Assessore Cristina Coletti:

Dal Comune contributi per il progetto ‘Colibrì’ a sostegno dei minori fragili del territorio
Acquisto di occhiali e materiali didattici, contributi per spese odontoiatriche e medicinali, borse di studio per ragazzi talentuosi. Sono alcune delle attività a supporto dei minori più fragili del  territorio inserite nel progetto ‘Colibrì’ dell’associazione ‘Nati con la Calzamaglia’, a favore del quale il Comune di Ferrara ha destinato un contributo di 4mila euro.

“Le attività svolte dall’associazione Nati con la Calzamaglia tramite il progetto ‘Colibrì’ – spiega l’assessore Cristina Coletti – rientrano a pieno titolo nel sistema integrato di interventi e servizi sociali sul territorio, e in questo ambito, negli ultimi anni, hanno offerto un importante contributo alle famiglie più fragili, collaborando proficuamente con l’Asp, per far fronte a una situazione come quella attuale resa ancora più problematica dalle conseguenze della pandemia”.

Il progetto è in particolare mirato a promuovere la tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi inseriti in contesti familiari problematici, segnalati dai Servizi Sociali di Asp, talora aggravati anche da problemi di salute ed economici. L’associazione si fa carico anche di offrire contributi per gite giornaliere o uscite scolastiche che richiedano una partecipazione economica delle famiglie o altri aiuti economici finalizzati a rispondere a esigenze dei minori. Il contributo comunale sarà mirato a sostenere le spese per alcune iniziative pubbliche (Festa del pinzino e del fritto d’asportoSagra del pinzino e dell’arrosticino) che l’associazione ha organizzato in questi mesi per promuovere le proprie attività e per raccogliere i fondi necessari al progetto ‘Colibrì’.

Promozione della salute in carcere: dal Comune sostegno alle attività sportive per i detenuti
Si occupa della promozione delle attività motorie e sportive all’interno del carcere di Ferrara il progetto, a cura dell’Uisp, ‘Le porte aperte’ al quale l’Amministrazione comunale ha destinato un contributo di 5mila euro. Intento del progetto è, in particolare, quello di favorire il benessere psicofisico e la socializzazione dei detenuti, offrendo loro anche l’opportunità di utilizzare gli spazi detentivi in modo diverso e di sperimentare l’autogestione delle attività sportive, attraverso momenti di formazione teorico pratica rivolti alla creazione di quadri tecnici (arbitri, allenatori e giudici di gara) capaci di gestire tornei sportivi interni e di collaborare con soggetti esterni per la realizzazione di iniziative comuni. Tra le attività previste figurano: tornei di calcio a 11 e calcio a 5; corsi di pallavolo e mini tornei con la partecipazione di giovani atleti esterni; e la tradizionale iniziativa podistica ‘Vivicittà’ all’interno dell’istituto penitenziario.

“Da tempo – ricorda l’assessore Cristina Coletti – l’Uisp collabora con l’Amministrazione Comunale e con quella Penitenziaria per la realizzazione di questo progetto che ha l’obiettivo, oltre che di promuovere la salute in carcere e favorire la socializzazione delle persone ristrette, anche di aiutare i detenuti a mantenere un costante collegamento con la realtà al di fuori della Casa Circondariale, attraverso la periodica presenza di operatori esterni che organizzano momenti sportivi con la partecipazione di persone non detenute. Recentemente, tra l’altro l’Amministrazione comunale ha incrementato il fondo annuo a disposizione del progetto portandolo a 5mila euro”.

Dopo un periodo di forzata sospensione a causa dell’emergenza sanitaria, le attività del progetto si avviano alla ripresa proprio in questo mese di settembre “con l’auspicio  – aggiunge l’assessore – che possano contribuire alla funzione rieducativa del carcere, in vista del reinserimento in società delle persone detenute”.

Il contributo comunale sarà finanziato con parte della quota del Fondo sociale locale assegnata per il 2020 al Distretto Centro nord con capofila Ferrara.

>> Assessorato Pubblica Istruzione e Formazione, Pari Opportunità, Politiche Familiari – Assessore Dorota Kusiak:

Il Comune di Ferrara referente territoriale della Rete regionale contro le discriminazioni
È di 2.860 euro il contributo assegnato per l’anno 2021 dalla Regione Emilia Romagna al Comune di Ferrara in qualità di soggetto pubblico territorialmente referente della Rete regionale contro le discriminazioni. In base all’accordo che sarà sottoscritto dai due enti, i fondi potranno essere utilizzati per la realizzazione di iniziative, con il coinvolgimento di associazioni e altri soggetti appartenenti alla rete, per la sensibilizzazione e l’informazione dei cittadini (come dibattiti, spettacoli, campagne informative, incontri nelle scuole, ecc) mirate a promuovere una cultura della coesione e del rispetto delle differenze, e per prevenire potenziali discriminazioni e conflittualità.

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818