Le commissioni consiliari di giovedì 7 maggio

28

Le sedute si terranno in videoconferenza e in diretta streaming sul canale YouTube del Comune

BOLOGNA – Giovedì 7 maggio sono in programma tre commissioni consiliari.

Nel rispetto dei Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri con le misure per il contrasto alla diffusione del coronavirus, le sedute si terranno in videoconferenza e saranno trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna: https://www.youtube.com/ComuneDiBologna

Alle 9, la commissione “Sanità, politiche sociali, sport, politiche abitative” si riunirà per proseguire l’esame di un ordine del giorno, presentato dal consigliere Marco Piazza (Movimento 5 stelle), che riguarda l’informazione sulla procedura corretta di riduzione del canone d’affitto per le locazioni e la rimodulazione delle aliquote Imu, a seguito della contrazione economica innescata dal lockdown. Seguirà la trattazione di tre udienze conoscitive e un ordine del giorno, sempre sul tema riduzione dei canoni d’affitto: le prime due udienze presentate rispettivamente da Marco Piazza (Movimento 5 stelle) e Vinicio Zanetti (Partito Democratico) e l’ultima presentata, come l’ordine del giorno, dai gruppi consiliari Coalizione civica e misto-Nessuno resti indietro.

La seduta proseguirà in congiunta con la commissione “Attività produttive, commerciali e turismo” per un’udienza conoscitiva e un ordine del giorno, entrambi presentati del gruppo consiliare Fratelli d’Italia, sulla riduzione dei canoni d’affitto commerciali.

Alle 11.30, la commissione “Istruzione, cultura, giovani, comunicazione” si riunirà per un’udienza conoscitiva sulla situazione degli educatori in convenzione con il sistema educativo integrato 0-6 del Comune, richiesta dal gruppo consiliare Fratelli d’Italia.

Alle 14.30, la commissione “Affari generali e istituzionali” si riunirà in seduta congiunta con la commissione “Pianificazione, contabilità economica e controllo di gestione” per esaminare due delibere di modifica del Regolamento delle entrate comunali per la concessione di rateizzazioni del pagamento, la seconda in applicazione delle novità sul tema introdotte dalla legge di Bilancio 2020.