L’Associazione Sportiva di Scandiano “Il Mucchio” dona €12.000 a sostegno dell’infanzia fragile

12

L’assegno è stato consegnato a Progetto Pulcino Onlus per supportare il Reparto di Neonatologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – “Il Mucchio” è un’Associazione Sportiva dilettantistica e ricreativa creata nel 1997 dagli amici di Andrea “Gigio” Torelli, laureato in ingegneria elettronica, promettente giocatore di calcio sempre pronto a divertirsi e a vivere a pieno ogni momento, prematuramente scomparso in un incidente stradale.

Il “Mucchio” – il nome con cui Maria, la mamma di Andrea, chiamava gli amici del figlio da ragazzi – organizza ogni anno un torneo di calcetto ed attività correlate raccogliendo fondi da devolvere in beneficenza.

Dopo due anni di sosta forzata, nel corso della 24° edizione del Torneo “Andrea Gigio Torelli” che e si è svolto quest’estate a Scandiano (RE), l’Associazione ha deciso di donare il ricavato di questa iniziativa a Progetto Pulcino Onlus  che da quindici anni si occupa di raccogliere fondi per l’acquisto di macchinari ed attrezzature all’avanguardia,  conferire borse di studio e sovvenzionare corsi di aggiornamento e formazione a favore della Struttura Complessa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova della nostra città.

Alla cerimonia di consegna, che si è tenuta davanti all’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, erano presenti, oltre ad una delegazione di Progetto Pulcino Onlus, Giancarlo e Celso Ghirardini, Luigi Costi e Andrea Barbieri.

Un sincero e doveroso ringraziamento da parte del Presidente Alessandra Davoli e di tutto il Direttivo di Progetto Pulcino Onlus all’Associazione Sportiva “Il Mucchio”, ai volontari che hanno contribuito donando tempo, energia ed entusiasmo ed a tutti i partecipanti che hanno contribuito al raggiungimento di questo straordinario risultato!

La Neonatologia è un reparto ad altissimo impatto tecnologico in cui trovano assistenza tutti i neonati “fragili” che hanno elevati bisogni assistenziali: in primis i prematuri,  i neonati con un adattamento neonatale difficoltoso, neonati portatori di patologie metaboliche, cardiologiche, malformative o neurologiche. In una parola i neonati ad elevato rischio di morte o con  esiti  infausti  a distanza.

Progetto Pulcino Onlus crede fermamente nella sanità pubblica e s’impegna al massimo delle sue possibilità affinché questa possa raggiungere traguardi di eccellenza. Attraverso la realizzazione degli obiettivi prefissati guarda al futuro, poiché il sostegno alla maternità e all’infanzia fragile non si limita al solo periodo di ricovero neonatale ma va oltre.

L’Associazione esprime la volontà di rimarcare la propria presenza, modulando gli interventi, ogni qualvolta la situazione sanitaria concedesse qualche spiraglio per fare ed offrire di più nei confronti del reparto e la nostra comunità.

Sul sito di Progetto Pulcino (www.progettopulcino.org) saranno condivise le iniziative per sensibilizzare la cittadinanza al tema della nascita pretermine e conoscere, seguire e sostenere tutte le attività della onlus.