La salute al centro del Sustainable Economy Forum 2021

20

Tutto pronto per l’evento online promosso da San Patrignano e Confindustria. Giovedì mattina 8 aprile, diciassette relatori si confronteranno sui temi al centro dell’agenda globale per contribuire alla ricerca di soluzioni alle sfide del nostro tempo

CORIANO (RN) – Sono oltre 1500 i partecipanti registrati alla terza edizione del Sustainable Economy Forum, l’evento promosso da San Patrignano e Confindustria per stimolare la riflessione sui temi al centro dell’agenda globale e contribuire alla ricerca di soluzioni alle sfide del nostro tempo. E’ ancora possibile iscriversi gratuitamente al forum sul sito forum.sanpatrignano.org, dove la mattina dell’8 aprile sarà possibile seguire in diretta la web conference in cui interverranno autorevoli esponenti del panorama economico e istituzionale italiano e internazionale.

Il Forum 2021 dedicherà particolare attenzione al tema della salute, e a come questa sia strettamente correlata a un’economia sostenibile, alla tutela dell’ambiente e della biodiversità. La pandemia ha mostrato che le scelte che orientano lo sviluppo possono avere enormi implicazioni globali. Non solo il Covid-19 ha rappresentato un duro stress test per i sistemi sanitari e di assistenza sociale nei diversi Paesi, ma ha anche accentuato le disuguaglianze. Il Forum intende offrire un’occasione di confronto per ripensare le politiche economiche e sociali, individuando linee guida condivise in una prospettiva a lungo termine.

“La pandemia da COVID-19 ci ha ricordato, anche se in modo devastante, la natura interconnessa delle cose, in particolare tra l’economia, l’ambiente, la salute e il benessere dell’uomo e della fauna selvatica”, afferma John E. Scanlon, fra i keynote speaker dell’evento. Presidente dell’Illegal Wildlife Trade Challenge Fund del Governo del Regno Unito, Presidente della Global Initiative to End Wildlife Crime e Ceo della Fondazione Elephant Protection Initiative, Scanlon spiega: “Dobbiamo ricalibrare il nostro rapporto con la natura per molte ragioni convincenti e correlate fra loro, tra cui proteggere la biodiversità, inclusa la fauna selvatica, combattere i cambiamenti climatici e prevenire future pandemie. Dobbiamo agire con coraggio e rapidità per assicurarci di lasciare ai giovani un pianeta sano e prospero”.

I lavori inizieranno alle 9, moderati dal vicedirettore esecutivo di Radio 24 Sebastiano Barisoni. Ad aprire la giornata saranno Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, e Carlo Clavarino, Presidente della Fondazione San Patrignano.

Il programma prevede quindi alle 9.15 il keynote speech del senatore Mario Monti, in qualità di Presidente della Commissione Paneuropea per la salute e lo Sviluppo sostenibile dell’OMS, sul tema di stringente attualità “Salute e Sviluppo sostenibile: un nuovo approccio”. Mario Monti illustrerà la “Call to action” appena pubblicata dalla Commissione indipendente istituita dall’OMS. Due le linee di azione vengono raccomandate con urgenza: rendere operativa la visione “One Health”, riconoscendo le interdipendenze tra salute umana, animale e ambientale; modificare la governance internazionale della salute, in particolare con una riforma dell’OMS, un trattato internazionale sulle pandemie e la creazione nel G20 di un “Global Health Board” sul modello del “Financial Stability Board” creato dopo la crisi finanziaria del 2008.

Alle 9.35 il keynote speech di John E. Scanlon proseguirà la riflessione su “La natura interconnessa delle cose – Ambiente, economia e salute”.

Alle 9.50 l’inizio dei Focus, in cui imprenditori, economisti, policy-makers ed esperti internazionali di primo piano torneranno a confrontarsi su come sostenibilità e responsabilità sociale, i driver centrali per il benessere socio-economico delle generazioni future, si declinano nei vari settori. Per continuare ad approfondire il tema della salute interverranno Maria Paola Chiesi, Direttore Shared Value & Sustainability di Chiesi, e Gianfelice Rocca, Presidente del Gruppo Techint e del Gruppo Humanitas.

Alle 10.25 Luca Travaglini, co-fondatore di Planet Farms, e Anna Zegna, Presidente della Fondazione Zegna, affronteranno le questioni legate all’ambiente.

Alle 10.55 si discuterà di economia e sostenibilità con Mauro Gallavotti, Ceo di Celli Group, e Andrea Illy, Presidente di illycaffè e Presidente della Regenerative Society Foundation.

Alle 11.20 il tema dell’innovazione sarà esplorato attraverso gli interventi di Andrew Barr, Vicepresidente di Hitachi LTD e Ceo di Hitachi Rail Group, Roberto Colaninno, Presidente di Piaggio e Giuseppe Lavazza, Vicepresidente di Lavazza.

Alle 12.05 quinto e ultimo focus sulla finanza sostenibile, con Fabio Benasso, Ceo e Presidente di Accenture Italy, e Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo.

Alle 12.35 un altro attesissimo keynote speech. L’economista di fama mondiale Jeffrey Sachs, Direttore dell’Earth Institute della Columbia University e Consigliere Speciale delle Nazioni Unite sui Sustainable Development Goals, illustrerà “Il significato globale dell’European Green Deal” e l’agenda dettata per il futuro.

Le conclusioni del Forum saranno affidate infine al Presidente della Fondazione San Patrignano Carlo Clavarino e a Maria Cristina Piovesana, Vicepresidente di Confindustria per l’Ambiente, la Sostenibilità e la Cultura.

Il Sustainable Economy Forum 2021 è promosso da San Patrignano e Confindustria con Intesa Sanpaolo quale partner istituzionale. Accenture, Gruppo 24 Ore e Hitachi Rail sono Top partner dell’evento; partner Acqua Alma, IGP Decaux e Lavazza.

Foto 1: MarioMonti

Foto 2: John E. Scanlon-Cities

Foto 3:  Jeffrey Sachs