La RBR ricevuta in residenza Comunale per la promozione in serie B

RIMINI – Questo pomeriggio il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco Andrea Gnassi e l’assessore allo Sport Gian Luca Brasini hanno ricevuto in Residenza Comunale gli atleti della società Rinascita Basket Rimini appena promossa in serie B

Un riconoscimento importate per i grandi risultati ottenuti sul campo, che hanno portato la società Rinascita Basket Rimini SSDARL, nata nell’estate 2018, a distinguersi, raggiungendo la promozione in serie B in una sola stagione. La società infatti, al primo tentativo, ha vinto il campionato di C-GOLD Emilia Romagna, con un ruolino complessivo di 27 vittorie su 28 incontri, di cui 21 su 22 nella regular season e 6 su 6 nei playoff di promozione.

Sono la passione, il territorio e l’identità i tre ‘must’ scelti e seguiti da la società RBR, nata dall’unione di dieci società cestistiche riminesi, con la modalità della public company, cioè con quote societarie allargate. L’obiettivo primario è quello della crescita e del sostegno al movimento giovanile del territorio, attraverso la valorizzazione dei giocatori locali di tutti i settori giovanili, che trovano poi la loro naturale ‘convergenza’ nella prima squadra. Attualmente la squadra è formata da 14 giocatori, di cui ben 12 sono nati e cresciuti in società cestistiche del territorio.

“E’ un progetto partito dal basso – ribadisce L’Assessore Gianluca Brasini – prima ancora di trovare la squadra, si è ritrovata la comunità riminese. In questi mesi abbiamo assistito ad un ritorno del pubblico, che ha riempito il palazzetto con un’affluenza da sera A, è proprio lì che vogliamo tornare con questa squadra e con tutte le persone che sono tornate a seguire il basket riminese.”

“Si tratta di una storia che rinasce, da quì anche il nome che riassume benissimo questa avventura. – Sottolinea il Sindaco Andrea Gnassi – E’ questo il progetto che spesso si auspica, capace di mettere in moto meccanismi virtuosi di unione, che partono dalla base fra il territorio e la comunità. Un vero esempio di esperienza sportiva perché capace di creare relazioni. Questo è un aspetto che vale già la sera A per lo spirito che contiene.”

“Ringrazio l’Amministrazione Comunale – dichiara Paolo Carasso Amministratore Delegato – perché nei 2 momenti decisivi per la nascita di questa storia, il Comune era presente a sostenerla e spingerla. Siamo un gruppo di società di pallacanestro che vuole trasmettere i valori dello sport e oggi, con questa promozione, siamo ancora più orgogliosi di rappresentare Rimini. Il nostro obiettivo è quello di far legare i nostri ragazzi a questo magnifico sport, 12 di essi, su 14, infatti sono riminesi.”

“Lo sport è coesione sociale, relazioni e corretti stili d vita. – Evidenzia Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-RomagnaCrediamo in questa coesione ed è per questo che abbiamo finanziato 140 impianti sportivi in 140 comuni diversi, per oltre 40 milioni di Euro. Avete raggiunto un risultato importante, ma prima ancora che la categoria, credo che valga la dignità. Vi ringrazio anche a nome della Regione, perché questo esempio di bella realtà sportiva ha dato dignità non solo al basket e allo sport di Rimini ma a tutto il nostro territorio.”

Durante il ricevimento, in cui erano presenti tutta la dirigenza e lo staf tecnico, gli atleti hanno consegnato nelle mani del Presidente e del Sindaco, due bottiglie celebrative della promozione. Un dono ricambiato con un kit contenete una t-shirt e altri gadget sportivi che il Sindaco e l’Assessore Brasini hanno dato ai ragazzi, con una targa in argento raffigurante il segno zodiacale della città, donata alla società e le medaglie del Bimillenario dell’Arco d’Augusto, consegnate a ciascuno dei dirigenti.

La dirigenza e lo staff tecnico:
Paolo Maggioli (presidente), Moreno Maresi (vice-presidente), Paolo Carasso (amministratore delegato), Davide Turci (direttore sportivo), Matteo Peppucci (general manager), Massimo Bernardi (head coach), Simone Brugè (assistant coach), Marco Bernardi (preparatore altetico), Andrea Serpieri (massaggiatore/fisioterapista), Fabrizio Bartolini (dirigente addetto agli arbitri), Corrado Ballarini (responsabile medico), Eraldo Berardi (responsabile diagnostica)

Gli atleti:
Alessandro Vandi (Play), Nicola Bianchi (Guardia), Luca Pesaresi (Play-Guarda), Nicolò Moffa (Guardia – Ala), Yuri Ramilli (Ala – Pivot), Christhofer Dini (Ala), Eugenio Rivali (Play), Luca Bedetti (Guardia), Carlo Guziur (Guardia), Francesco Bedetti (Guardia – Ala), Alessandro Chiari (Guardia), Alberto Saponi (Pivot), Giorgio Broglia (Ala), Tommaso Carasso (Play)