La Pubblica il 14 novembre riapre le porte alla città con un doppio appuntamento

5
AP – Sapere è salute -Castagnata -14 novembre 2021

L’evento formativo “Sapere e salute” e la Castagnata d’autunno

PARMA – Domenica, 14 novembre 2021, alle ore 15.30, presso la sede dell’Assistenza Pubblica Parma – ODV, in viale Gorizia 2/A, si terrà l’evento Sapere è Salute, organizzato da Anpas Regionale, in collaborazione con Assistenza Pubblica Parma.

La manifestazione, della durata di due ore circa, si svolgerà presso l’Auditorium dell’Assistenza Pubblica, e sarà un’occasione di formazione aperta a tutta la cittadinanza. Si tratterà di come intervenire durante gli interventi di primo soccorso ad un bambino o di come prevenire incidenti domestici. Per partecipare all’incontro, di carattere teorico e pratico, sarà necessario esibire il green pass.

Si ricorda inoltre che la prenotazione è obbligatoria (per farlo occorre andare sul seguente link qrco.de/festa_autunno) e il numero di posti limitato. Per permettere a tutti di partecipare, è prevista la possibilità di intrattenimento per i più piccoli nel cortile dell’Assistenza Pubblica.

Contemporaneamente all’evento di formazione, sempre presso la sede dell’associazione, all’esterno, si terrà una castagnata aperta a tutti.

«Nei mesi scorsi – spiega la Dott.ssa Cristiana Madoni, Direttore Sanitario dell’Assistenza Pubblica Parmasiamo stati contattati da più persone interessate a corsi di primo soccorso e di disostruzione pediatrica: molti (genitori, nonni, maestre…) sono spaventati dall’idea del soffocamento e dal timore di non saper cosa fare in tale evenienza. In occasione della castagnata, il Comandante, Filippo Mordacci, ha proposto di inserire un momento formativo: il progetto Sapere è Salute di ANPAS regionale, a cui aderiamo come Assistenza Pubblica (e per cui abbiamo collaborato nella stesura dell’opuscolo), sarà un momento di formazione teorica, durante il quale verranno spiegate le prove pratiche, non solo sulle manovre di disostruzione e rianimazione, ma ci sarà anche la possibilità di parlare di prevenzione di incidenti e delle reazioni allergiche gravi. Purtroppo, possiamo accogliere solo 50 persone, ma siamo pronti a ripetere l’iniziativa se vi sarà la richiesta».