La pianista Gile Bae il 28 dicembre al Teatro Diego Fabbri di Forlì

5

Martedì alle ore 21.00 si terrà il concerto conclusivo della rassegna autunnale 2021 Insieme alla Musica, organizzata da ForlìMusica

Gile Bae foto Guido Taroni

FORLÌ – Dopo il rinvio di novembre, sarà la serata dedicata al pianoforte a concludere la rassegna autunnale Insieme alla Musica. Il concerto vede esibirsi per la prima volta a Forlì Gile Bae, giovane ma già affermata pianista olandese, già allieva dell’Accademia Pianista di Imola del Maestro Scala, e tra i più valenti esponenti della nuova generazione di pianisti nel mondo. Dopo i numerosi successi nelle più importanti sale europee, Gile Bae arriva a Forlì con un programma che viaggia musicalmente tra il periodo barocco e il periodo romantico con straordinari brani di Bach e Chopin fino a Schumann.

In attesa del concerto di Gile Bae, ForlìMusica augura Buon Natale a tutto il suo pubblico e alla città di Forlì.

Programma

J.S. Bach                        Suite francese n. 5 in sol maggiore BWV 816

J.S. Bach                        Suite inglese n. 4 in fa maggiore BWV 809

  1. Chopin                       Rondòin mi bemolle maggiore op. 16
  2. Schumann                Humoreske in si bemolle maggiore op. 20

Il concerto si terrà martedì 28 dicembre, ore 21.00, presso il Teatro Diego Fabbri, Forlì.

Green Pass “rafforzato” obbligatorio.

Costo del biglietto € 10,00. Si possono acquistare i biglietti presso i rivenditori autorizzati, sul sito vivaticket.com e presso la Biglietteria del Teatro Diego Fabbri da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00 (festivi esclusi) e il giorno del concerto a partire dalle ore 20.00. Tutte le informazioni sul concerto e sulla biglietteria sono disponibili sul sito www.forlimusica.it.

Riduzioni

Tesserati Amici della Musica €5,00

Tesserati Club degli Ottavini €3,00

Per i minorenni ingresso gratuito, accompagnatore €5,00

Acquirenti percorsi “ROSSO” e “ARANCIONE” del Teatro Diego Fabbri, ingresso gratuito

GILE BAE

Gile Bae è nata nel 1994 a Rotterdam, Olanda. Ha debuttato a cinque anni in Corea del Sud come solista nel Concerto per pianoforte e orchestra in Do maggiore di Haydn. A sei anni al Conservatorio Reale dell’Aia studia con Marlies van Gent e, in parallelo suona su invito di diverse orchestre in Inghilterra, Austria, Germania, Olanda, Svizzera, Spagna, Portogallo, Belgio e Italia partecipando anche a programmi musicali radiofonici e televisivi. Nel 2000 vince i primi premi “International Steinway&Sons Piano Competition” in Olanda, “EPTA international Piano Competition” in Belgio e il “Maria Campina International Piano Competition” in Portogallo, nonché i primi premi “Princess Christina Competition” e “Stichting Jong Muziektalent Competition”. A quindici anni, vince il primo premio nella categoria superiore dell’“International Steinway&Sons Piano Competition” e viene scelta per rappresentare l’Olanda all’“International Steinway&Sons Festival” nel concerto alla Laeiszhalle di Amburgo. Ha suonato per la Famiglia Reale olandese e nel 2013 per il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, al conferimento della laurea ad honorem, con un concerto all’Alma Mater Studiorum di Bologna. Nel maggio 2017 ha inciso le Variazioni Goldberg di J.S. Bach, eseguendole poi in diverse sale tra cui il Teatro Olimpico di Vicenza. A Vienna, nel corso del 2018, è stata nominata “Bösendorfer Artist”. Nel 2019, dopo anni di studio e perfezionamento col M Franco Scala ha lasciato l’Accademia eseguendo -per il Diploma- le Variazioni Goldberg di Bach, le 4 Ballate e il Concerto n.1 di Chopin per pf. e orchestra di Chopin, in un’unica prova. Ha eseguito il concerto di Chopin anche nell’edizione per pianoforte e quintetto d’archi, accompagnata dalle prime parti della Filarmonica della Scala, nella sala di Mediobanca a Milano e anche a Malta, alla presenza del Presidente della Repubblica, nella sala Mediterranean Conference Centre. Nel 2020 su invito di Sir András Schiff ha suonato al klavier Festival Ruhr e partecipato nell’autunno al progetto “Building Bridges”, con concerti solamente a Berlino, Anversa, Baden e Aubonne, mentre altri rimandati a causa del Covid-19.