La nuova stagione della Tenda spazia tra musica e parola

19
Adriano Viterbini – foto Luca Cesaroni

Riprendono i concerti dopo lo stop causato dalla pandemia grazie anche alle associazioni del territorio. L’assessore Bortolamasi: “Vitalità e vivacità di un luogo centrale per Modena”

MODENA – Dopo due anni di restrizioni legate alla pandemia, la musica torna al centro della programmazione della Tenda. Si concentra soprattutto sui concerti dal vivo, infatti, la stagione autunnale della struttura di viale Monte Kosica destinata dal Comune di Modena ad attività culturali, aggregative e ricreative dedicate ai giovani, che si riafferma come spazio di aggregazione e sviluppo della creatività cittadina, oltre che come punto di riferimento per appuntamenti live di respiro nazionale e internazionale. Ma nella rassegna, che prende il via in questi giorni per concludersi a maggio, ampio spazio è dedicato anche alla “parola”, che fa da collante e filo conduttore tra una serie di eventi che spaziano dai reading musicati alla poesia negli incontri di “slam poetry”, dalla letteratura nelle presentazioni di libri ai dibattiti legati alle proiezioni cinematografiche, fino alla “parola” intesa come drammaturgia degli spettacoli teatrali.

Il programma dei primi tre mesi della nuova stagione della Tenda, ancora in aggiornamento, è stato presentato lunedì 10 ottobre in una conferenza stampa con l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili Andrea Bortolamasi insieme a Fulvio Romiti, presidente dell’associazione Intendiamoci che gestisce la struttura ed è capofila della cordata di soggetti del territorio che contribuisce a costruire il cartellone.

“Cultura, creatività e protagonismo giovanile diffuso – commenta l’assessore Bortolamasi –: è difficile racchiudere in poche parole un programma ricco, articolato e che offre alla città un cartellone di iniziative culturali che spaziano dalla musica alla poesia, dalle presentazioni di libri alla danza. Una proposta di alto livello, che testimonia la vitalità e vivacità di un luogo centrale per Modena”.

Entrando nel dettaglio della stagione, il focus riguarda, appunto, i concerti rock promossi da Intendiamoci, che riporta sul palco la musica dopo la “pausa” delle scorse stagioni legata agli effetti dell’emergenza sanitaria. Oltre ai filone dei concerti, l’associazione ripropone anche per questa stagione una nuova edizione di “Cantautori su Marte”, format tra parole e musica che ospita come di consueto nomi di rilievo del panorama nazionale.

Protagonista della programmazione musicale è pure l’associazione Muse, che presenta alla Tenda la decima edizione della rassegna di jazz “Arts & Jam”, uno tra i pochi percorsi musicali che non hanno subìto interruzioni durante l’emergenza sanitaria; non manca, poi, il concerto di restituzione di “Modena MoltiMondi”, laboratorio proposto sempre da Muse.

Oltre a ripartire dalla musica, la struttura di viale Monte Kosica continua a dedicare una parte significativa della programmazione alla parola, dando continuità a un percorso avviato l’anno scorso, con un programma ricco e dalle molteplici sfaccettature che anche in questo caso si compone grazie all’apporto delle associazioni del territorio. In particolare, come ogni anno L’Asino che vola propone una serie di incontri letterari legati alle tematiche della legalità e della lotta alle mafie, promuovendo giovani autori e case editrici indipendenti; Ore d’aria prosegue l’attività laboratoriale e di spettacolo legata alla contaminazione fra danza e alle arti performative; Rosa Bianca presenta gli incontri sul cinema legati alle tematiche del disagio mentale “Follia e Dintorni”; il Collettivo SquiLibri sale sul palco con una rassegna di reading musicati incentrati su autori emiliano-romagnoli, tra cui Antonio Delfini; Mutuo Soccorso Poetico lancia gli appuntamenti di “PoeTenda – Torneo di Poetry slam”, sviluppando l’esperienza degli anni passati iniziata col collettivo Modena City Rimers.

Il calendario completo di tutte le iniziative, a ingresso gratuito salvo diversamente indicato, e le modalità di prenotazione sono consultabili sui canali social e sul sito web de La Tenda all’indirizzo www.comune.modena.it/latenda. Per informazioni: mail latenda@comune.modena.it, telefono 059 2034808.