La “Notte Europea dei Ricercatori” di Parma cerca volontari

Venerdì 29 settembre torna la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica, che coinvolge oltre 300 città europee

uniparmaPARMA – Torna, venerdì 29 settembre, “La Notte europea dei Ricercatori”, la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica che coinvolge oltre 300 città europee.

A Parma la manifestazione è promossa dall’Università di Parma con la co-organizzazione e il patrocinio del Comune di Parma e di Imem – Cnr, in collaborazione con numerose realtà del territorio.

Sarà articolata in diverse sedi: il Campus Scienze e Tecnologie di via Langhirano, il centro storico, l’area del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie in via del Taglio e l’Abbazia di Valserena sede dello CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università, in via Viazza a Paradigna.

Come per le scorse edizioni, l’Università di Parma è alla ricerca di volontari che, secondo le disponibilità concordate, in una o più giornate dal 25 al 29 settembre potranno collaborare attivamente alla realizzazione dell’evento.

Partecipare come volontario significa rendersi disponibile alle attività che saranno richieste sulla base delle necessità: dal volantinaggio al servizio informazioni (Infopoint), dall’assistenza agli eventi alla “copertura” fotografica o video dei diversi appuntamenti della giornata.

L’invito è rivolto a studenti, giovani e cittadini in genere: è sufficiente essere maggiorenni e compilare il modulo online che si trova sul sito web ufficiale della “Notte Europea dei Ricercatori” di Parma.

La “Notte Europea dei Ricercatori”, che quest’anno compie 12 anni, è finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

In Italia il progetto, coordinato dall’Associazione Frascati Scienza, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, CINECA, CNR, CREA, ESA-ESRIN, GARR, INAF, INFN, INGV, ISPRA, ISS, Sapienza Università di Roma, Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Parma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università degli Studi Roma Tre, Università di Sassari, Università della Tuscia, Astronomitaly, Associazione Tuscolana di Astronomia, Explora, G.Eco, Ludis, Osservatorio astronomico di Gorga (RM), Fondazione GAL Hassin di Isnello (PA), Sotacarbo.

Per avere informazioni sulla Notte dei Ricercatori di Parma è possibile scrivere all’indirizzo e-mail comunicarelaricerca@unipr.it