La narrazione abita la “Casa”: parole e voci intorno a Carlo Tassi

14

BONDENO (FE) – Sabato 25 maggio alle ore 18 si terrà un incontro inedito e originale con l’arte, la creatività e le collezioni di Carlo Tassi presso la Casa Museo “La Casa del Pittore-Archivio Carlo Tassi” a Bondeno, appartenente al circuito delle “Case e studi delle persone illustri dell’Emilia-Romagna”. L’iniziativa nasce da un’idea di Daniele Seragnoli, studioso di teatro e già direttore del Centro Teatro Universitario di Ferrara, per celebrare la figura dell’artista bondenese che nella città matildea era nato il 20 maggio 1933.

Parole e voci, “alla ricerca” di Carlo Tassi nel luogo che più di ogni altro è ricco della sua presenza: l’ultima casa-studio, portatrice della sua personalità e della sua originalità di artista e di uomo, in grado di suggerire oggi una molteplicità di racconti, percorsi e interpretazioni.

Facendo dialogare il patrimonio artistico e culturale conservato nella dimora con il linguaggio e la pratica teatrale intesi nel significato della rappresentazione emotiva e affettiva, la Casa Museo diviene in questa occasione vero e proprio “spazio e teatro di memoria e di memorie”.

L’incontro si aprirà con una conversazione di Daniele Seragnoli, intitolata “Nelle trame dell’abitare”, per poi proseguire attraverso le numerose stanze con una narrazione itinerante dal titolo “Indizi, Emozioni, Atmosfere”, affidata alle espressive voci di Liliana Letterese e Andrea Lugli della compagnia teatrale Il Baule Volante di Ferrara.

L’arte del raccontare e del rievocare accompagnerà lo spettatore ospite alla scoperta delle innate qualità narrative e simboliche delle opere e degli oggetti che impreziosiscono le multiformi collezioni della Casa Museo. Un invito al gioco, una “caccia al tesoro”, per individuare e riconoscere in maniera sottintesa particolari e dettagli, elementi significativi, esperienze, riferimenti individuali e collettivi, tramite analogie e similitudini suscitate e risvegliate da pagine di importanti autori dall’Ottocento a oggi, come Balzac, Goncourt, Bacchelli, Celati, Orhan Pamuk e altri.

Ricordandone indole e personalità, la serata si concluderà con momento conviviale e un brindisi per festeggiare i 91 anni di Carlo Tassi.

Per partecipare è necessaria la prenotazione, fino a esaurimento dei posti disponibili, scrivendo a info@carlotassi.it o telefonando al n. 346 5969483.