La Costituzione tutela l’ambiente, “ora cambiamo lo Statuto ”

22

Proposta del presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi dopo l’approvazione della legge di modifica costituzionale che ha inserito la tutela ambientale nei Principi fondamentali

MODENA – Dopo la modifica della Costituzione italiana, che ha inserito la tutela ambientale tra i Principi fondamentali, andando a modificare gli articoli 9 e 41, il presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi ha proposto di valutare anche un adeguamento dello Statuto comunale, pur “consapevoli che esso ha già in sé una forte sintonia con il nuovo dettato costituzionale”.

Lo ha fatto con una comunicazione in apertura della seduta di giovedì 10 febbraio dopo aver sottolineato l’importanza dell’approvazione della legge di modifica della Costituzione con l’inserimento all’articolo 9 del comma: “Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali”. Mentre l’articolo 41 viene integrato con i riferimenti ai danni “alla salute e all’ambiente” e con l’aggiunta dei fini “ambientali”, a quelli sociali, verso cui indirizzare l’attività economica pubblica e privata.

Per Poggi, la novità “ribadisce la forza e la vitalità della nostra Costituzione e diventa per noi impegno di cittadini e di amministratori”, così che ha invitato il Consiglio, e in particolare la commissione Affari istituzionali, a valutare le opportune modifiche allo Statuto comunale.

Già nel 2010, comunque, ha ricordato Poggi, nello Statuto era stata inserita la salvaguardia dell’ambiente, tra le finalità indicate nell’articolo 3, così come l’articolo 50 sui servizi pubblici locali si era specificato tra gli obiettivi la tutela dell’ambiente e della salute pubblica.