“La conservazione della biodiversità”

53

Parma protagonista del video dell’Associazione Italiana Esperti d’Africa

PARMA – “La conservazione della biodiversità” un video surreale ma al tempo stesso con una forza mediatica decisamente forte e unica è stato lanciato dall’Associazione Italiana Esperti d’Africa in difesa degli animali e a tutela della bioricchezza.
Fabio Ghirardi, Direttore AIEA, lunedì 21 dicembre ha presentato il video all’assessore alla Cultura Michele Guerra: “Preservare, salvaguardare la biodiversità e il pianeta è un messaggio importante, una necessità. Siamo orgogliosi sia come Parma 2020+21 che come città di essere protagonisti di questo video”.
“Volevo ringraziare tutti quanti hanno gratuitamente collaborato e lavorato a questo progetto, mossi da un forte sentimento di voler conservare questo Pianeta. A partire dalla bravissima Marta Mambriani che ha ideato e realizzato il progetto. – ha detto il Direttore Fabio Ghirardi – La banda Giuseppe Verdi che ha concesso le musiche e la fotografa Francesca Bocchiaper alcuni contributi fotografici. Ed un grazie particolare al Comune di Parma e Parma 2020+21 che ha concesso il patrocinio per questo progetto, includendo l’associazione italiana esperti d’Africa nei progetti di Parma Capitale Italiana della Cultura.
Un passo importante per una città sempre più attenta alle problematiche ambientali. La pandemia ci ha dimostrato quanto siamo vulnerabili, ha evidenziato le nostre fragilità c’è chi ha espresso sentimenti di rabbia e chi si è rassegnato. A farla da padrone è stato l’egoismo del genere umano ma durante il lockdown abbiamo potuto assistere ad un fenomeno tanto interessante quanto inquietante. In pochi giorni la natura è sbocciata, animali curiosi hanno iniziato a visitare le città non direi che la natura si è ripresa i suoi spazi perché in un concetto di biodiversità gli spazi sono di tutti ma deve esserci rispetto ed equilibrio fra tutte le diversità.
In questo video che può farci sorridere per la spettacolarità delle immagini abbiamo voluto generare un pensiero per il pubblico, esasperando questo concetto, prendendo una Parma vuota dal lockdown, ma potrebbe essere qualsiasi città del mondo, che senza la presenza dell’uomo si è popolata di animali ma non di animali qualsiasi ma bensì di tutti quelli in via di estinzione a causa dell’uomo che per interessi, per lo più economici, sta minacciando la loro esistenza minando pesantemente l’equilibrio citato in precedenza. Ogni essere vivente su questa terra è un tassello fondamentale di un puzzle chiamato biodiversità che a noi piace chiamare bioricchezza perché dobbiamo capire quanto siano arricchenti tutte le diversità.
La AIEA si occupa da tanti anni di conservazione ed Antibracconaggio, da un anno circa non riusciamo a svolgere il nostro lavoro operativo in Africa per difendere questi animali, il virus ha fermato anche tutte le opere di sensibilizzazione che regolarmente facciamo sul territorio, ci sembrava una buona idea quella di realizzare questo video per toccare più persone possibile.
Concludendo, utilizzando lo slogan di Parma2020+21, la cultura batte il tempo ma il tempo potrebbe battere noi, perché di tempo non ne abbiamo più…” .