La campanella suonerà a settembre 2023 nella nuova scuola Anna Frank

0

PARMA – La campanella suonerà a settembre 2023 nella nuova Anna Frank. Entro l’estate si concluderanno i lavori del plesso scolastico che ospita la scuola primaria (elementari), oggi, in parte, dislocate alla ex Pascoli di via Saffi (10 classi, circa 200 bambini), e la scuola dell’Infanzia Sergio Neri, anch’essa ospita temporaneamente alla ex Pascoli, con 4 sezioni e 63 bambini.  Inoltre, altre tre sezioni di primaria dell’Anna Frank sono ospitate alla scuola Ferrari, circa 60 bambini.

In dicembre sono previste le iscrizioni on line per l’anno scolastico 2023 – 2024, da qui la necessità di avvisare famiglie ed alunni del ritorno in via Pini per il prossimo anno scolastico, 2022 – 2023.

La scuola è stata sottoposta a radicali interventi di riqualificazione sismica ed energetica e sono stati realizzati ex novo palestra, mensa, il passante di collegamento tra queste e le aule esistenti, ed il teatro-auditorium.  Il nuovo complesso scolastico di via Pini, in corso di completamento, comprende, infatti, il nuovo teatro già terminato ed ospitato nel blocco di colore grigio, la nuova palestra e la nuova mensa anch’esse concluse e ospitate all’interno del blocco rivestito di colore rosso, mentre sono in corso i lavori di riqualificazione sismica ed energetica dell’edificio che ospiterà la primaria e la scuola dell’infanzia.

Nella mattinata di mercoledì 14 dicembre si è svolto un sopralluogo al cantiere, per la verifica dello stato di avanzamento dei lavori a cui hanno preso parte l’Assessora ai Servizi Educativi, Caterina Bonetti; l’Assessore ai Lavori Pubblici, Francesco De Vanna; l’ingegner Marco Ferrari di Parma Infrastrutture Spa; la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Ferrari, Agnese Tirabassi; il Presidente del Consiglio di Istituto, Andrea Mendola; le referenti del plesso primaria Anna Frank, Valeria Losi e quella della scuola dell’infanzia Sergio Neri, Francesca Pelagatti.

“Siamo felici che i bambini possano tornare a settembre 2023 in una scuola rinnovata e sicura – ha sottolineato l’Assessora ai Servizi Educativi, Caterina Bonetti. La cosa più importante è, poi, che venga ristabilito il rapporto delle alunne e degli alunni con il Quartiere, grazie al loro rientro nella struttura rinnovata”.

“Oggi abbiamo fatto il sopralluogo in questa struttura educativa storica della città di Parma – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici, Francesco De Vanna – che a settembre restituiremo alle bambine ed ai bambini della scuola dell’infanzia e della primaria in uno spazio complessivamente riqualificato sia dal punto di vista sismico che da quello energetico ed in linea con le normative vigenti. Siamo molto contenti perché la nuova scuola sarà immersa nel verde con ambienti dedicati sia alle attività educative in senso stretto che alle attività trasversali che coinvolgeranno l’intera comunità educante. L’Amministrazione è soddisfatta dello stadio di avanzamento dei lavori per i quali abbiamo investito due milioni e duecento mila euro, ai quali si aggiungeranno altri due milioni per gli spazi complementari ed esterni”.

Quella nuova, infatti, sarà una scuola sicura e al passo con i tempi, dotata di comfort ambientali che permetteranno una didattica innovativa in un ambiente educativo e di apprendimento ideale.  I lavori hanno comportato costi complessivi pari a oltre 9 milioni di euro, in parte finanziati dalla Regione Emilia Romagna.  A questi si aggiungono altri due milioni di euro per la realizzazione dell’edificio che ospiterà i laboratori ed i cui lavori prenderanno avvio il prossimo anno. Altri 350 mila euro serviranno per completare la sistemazione dell’area verde esterna con la piantumazione di nuove essenze, nel 2024.