Johnson-Odom segna allo scadere e la Grissin Bon batte Pesaro

TRENTO – PROSCIUTTO CARPEGNA PESARO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 85-87 dts

(20-14; 36-41; 58-57; 76-76)

PROSCIUTTO CARPEGNA: Barford 7, Dell, Mussini 15, Pusica 7, Miaschi 5, Eboua 9, Lydeka 12, Basso ne, Thomas 23, Totè, Zanotti 7. Allenatore: Perego.

GRISSIN BON: Johnson-Odom 18, Fontecchio 15, Pardon 4, Candi 8, Poeta 7, Vojvoda 7, Infante 2, Soviero, Owens 14, Upshaw 12, Diouf, Mekel ne. Allenatore: Buscaglia.

Arbitri: Filippini, Pepponi, Boninsegna.

La Grissin Bon chiude il “Memorial Gianni Brusinelli” al terzo posto, sconfiggendo nella “finalina” la Carpegna Prosciutto Pesaro con il punteggio di 87-85, grazie ad un canestro allo scadere del tempo supplementare di Darius Johnson-Odom, top scorer con i suoi 18 punti.

LA CRONACA. Biancorossi che, come concordato alla vigilia del torneo, tengono a riposo nel “back to back” l’ultimo arrivo Gal Mekel, appena tornato dall’Israele, mentre fa il suo debutto stagionale il giovane Momo Diouf. Buscaglia mescola ancora le carte per il quintetto titolare: partono Poeta, Vojvoda, Fontecchio, Upshaw e Pardon.

Il match inizia con una Pesaro molto aggressiva, che alzando la difesa a tutto campo fa faticare l’attacco dei biancorossi che però, dal canto loro, sono bravi a forzare alcune palle perse alla squadra di Perego. Il primo quarto procede così sul filo dell’equilibrio fino ai secondi finali, quando due canestri consecutivi dell’ex Mussini portano la Carpegna Prosciutto sopra 20-14 al break.

Ci pensa Johnson-Odom a svegliare la Grissin Bon: 7 punti in fila dello statunitense e parziale di 12-2 per i biancorossi che tornano prontamente avanti nel punteggio sul 26-22, costringendo Perego al timeout.

Pesaro reagisce e resta attaccata al match, nonostante Reggio provi, con due bombe di Candi prima dell’intervallo lungo, a scappare nuovamente. Con un 2/2 dalla lunetta di Infante si va così al riposo sul 41-36 per la Grissin Bon.

Grande equilibrio anche all’inizio della seconda metà di gara: per la formazione reggiana inizia a farsi sentire Josh Owens sotto canestro, mentre dall’altra parte salgono di colpi Lydeka e Thomas. Con una bomba da oltre metà campo allo scadere di Miaschi, si va così all’ultimo break con Pesaro sopra di un punto sul 58-57.

La partita si fa intensa e “maschia” negli ultimi dieci minuti, con entrambe le compagini vogliose di vincere: la Carpegna Prosciutto vola sul +8 sul 66-58, prima di un 12-0 che riporta avanti la formazione di Buscaglia.

Il finale è equilibratissimo: Owens e Thomas si scambiano canestri da una parte e dall’altra e, con una penetrazione di Poeta, è di nuovo parità a 17 secondi dal gong. Mussini dall’altra parte sbaglia la correzione vincente e si va quindi al supplementare. Altri cinque minuti di grande lotta, che si risolvono solo al fotofinish: è un canestro di Johnson-Odom su assist di Poeta a permettere ai biancorossi, proprio sulla sirena, di avere la meglio per l’87-85 finale.

ABBONAMENTI. Altre 194 tessere staccate nella giornata odierna: il totale degli abbonamenti è salito ora a 1381.