‘Itinerando tra Ferrara e le sue campagne’

10

Sabato 15 ottobre alle 10 inaugurazione della mostra con gli antichi strumenti dei mestieri ambulanti di Otto e Novecento

FERRARA – È dedicata agli antichi mestieri ambulanti tipici del territorio ferrarese la mostra studio, a cura di Enrico Trevisani, Gian Paolo Borghi e Pier Carlo Scaramagli, che sabato 15 ottobre 2022 alle 10 sarà inaugurata alla biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze, 17 Ferrara) dall’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli.

L’esposizione, dal titolo “Itinerando tra Ferrara e le sue campagne. Venditori, artisti e artigiani ambulanti tra Otto e Novecento”, è realizzata in collaborazione dall’Archivio Storico del Comune di Ferrara, dal Centro Etnografico del Comune di Ferrara – CEF e dal Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese – MAF di San Bartolomeo in Bosco. In mostra materiali d’epoca legati alle attività commerciali e artigianali ambulanti, tipiche del territorio ferrarese dei due secoli scorsi.

La rassegna sarà visitabile, gratuitamente, fino al 20 novembre prossimo, negli orari di apertura della biblioteca (dal lunedì al venerdì 9 – 19, sabato 9 – 13).

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

La mostra-studio ‘Itinerando tra Ferrara e le sue campagne. Venditori, artisti e artigiani ambulanti tra Otto e Novecento’ sancisce il ritorno a un’antica collaborazione tra il Centro Etnografico del Comune di Ferrara-CEF e il Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese-MAF di San Bartolomeo in Bosco, due realtà culturali che vantano origini e percorsi comuni, grazie all’opera appassionata di Renato Sitti (del quale ricorre quest’anno il trentennale della scomparsa) e di Guido Scaramagli, che seppero pionieristicamente idearle finalizzandole allo studio e alla valorizzazione della cultura popolare ferrarese e padana in generale. Renato Sitti fu peraltro ispiratore di Guido Scaramagli, che seppe realizzare una struttura museale in grado di rappresentare le radici della ruralità ferrarese, proposte anche in proiezione futura. Il rapporto tra queste due figure, diverse per formazione ma unite negli stessi ideali culturali, indusse il Comune di Ferrara alla stipula di un rapporto di convenzione, del quale si celebra quest’anno il quarantesimo anno. La rinnovata unità d’intenti tra CEF e MAF, di recente condivisa e approvata dalla Giunta Municipale del Comune di Ferrara, offre l’opportunità di programmare progetti comuni tesi alla divulgazione dei rispettivi patrimoni documentari in una dimensione nuova, scevra di nostalgismi, per trasmettere al mondo della scuola e alle istanze giovanili la conoscenza di un mondo apparentemente lontano anni luce, ma che costituisce le basi culturali di un territorio nel quale città e campagna appaiono nelle loro effettive dimensioni e nei loro autentici rapporti di interdipendenza. Itinerando tra Ferrara e le sue campagne costituisce una prima tappa di questo percorso, integrata pure da contestuali, ulteriori appuntamenti culturali specifici, nonché da dimostrazioni pratiche di antichi mestieri, caratterizzanti un’economia circolare tutta da “scoprire”. Le due istituzioni, pertanto, “mettono in mostra” aspetti delle loro ricche documentazioni, a dimostrazione delle loro potenzialità, presenti e future. I materiali esposti costituiscono a pieno titolo una prova di un primo, nuovo itinerario comune, che già si preannuncia di rilevante impatto culturale.

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it

Link diretto al canale youtube Archibiblio web con le dirette e l’archivio delle registrazioni degli incontri: https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg