Intorno a VAN GOGH. Esposizione di RITROGRAFIE di Franco Ariano Maestro Illu Minato il 20 dicembre a Cattolica

4

Era in programma per il 12 dicembre

CATTOLICA (RN) – Franco Ariano Maestro Illu Minato
presenta

Intorno a VAN GOGH

con la partecipazione di
Vittorio Sgarbi

Esposizione di RITROGRAFIE
ispirate alle nuove scoperte sulla vita di Van Gogh

NUOVA DATA: 20 dicembre 2022 ore 20.30

Salone Snaporaz – Piazza Mercato, 15, Cattolica

ingresso libero fino esaurimento posti

Durante l’evento il professor Vittorio Sgarbi presenterà, per la prima volta al mondo,
le scoperte di Franco Ariano Maestro Illu Minato sulla vita di Vincent Willem Van Gogh

SCOPERTA n.1
Vittorio Sgarbi in data 21.08.2021 definisce
la lettera di Camille Pissarro del 18 ottobre 1890,
pubblicata in molteplici lingue e fino ad oggi ritenuta scomparsa,
LA LETTERA CHE HA ORIGINATO IL MITO DI VAN GOGH
Se il contenuto della lettera si fosse avverato,
oggi il mondo non avrebbe VAN GOGH

SCOPERTA n.2
Esposizione dell’unica firma originale, in mani private,
di colei che rese famoso VAN GOGH, la prima vera influencer
JOHANNA VAN GOGH BONGER

SCOPERTA n.3
Attraverso la RITROGRAFIA n.8 verrà svelato un dettaglio,
sfuggito ai critici da 133 anni,
sul quadro attualmente esposto a Roma in Palazzo Bonaparte
STILL LIFE WITH A PLATE OF ONIONS

SCOPERTA n.4
Proposta per il Musée d’Orsay di Parigi
Comparazione dell’Arlesienne di Van Gogh
con
DONNA SPAGNOLA di Emile Ferdinand Polack,
amico di Van Gogh, che il 16 Giugno 1889 propose tale paragone
“Il disait que c’était beau comme un des grands Espagnols”

L’appuntamento sarà occasione per Vittorio Sgarbi di presentare il suo libro “Canova e la bella amata” (La nave di Teseo) racconta la vita, le passioni e le opere dello scultore e pittore: acclamato in vita, amato dai potenti, vittima di decisive stroncature come quella di Roberto Longhi, riscoperto nel Novecento. Sgarbi, con la sua prosa elegante, restituisce Canova alla sua grandezza in continuità con Raffaello, artefici entrambi di una rinascita dei valori classici. Dalla Venere italica alle Tre Grazie, dalla Pace di Kiev – che oggi non possiamo vedere perché minacciata dai bombardamenti in Ucraina – all’abbraccio di Amore e Psiche, fino al ritratto di una donna misteriosa finora inedito. Un viaggio che mostra non solo la grandezza e unicità di Canova, ma anche quanto il genio di Possagno sarà un punto di riferimento (più o meno consapevole) dell’arte a venire.