InChiostro: il programma dal 21 al 23 giugno all’Arena del Sole, Bologna

7
Guglielmo Pagnozzi Sax Soprano – Foto di Daniele Franchi

BOLOGNA – Prosegue InChiostro, il programma di appuntamenti serali nello splendido chiostro del Teatro Arena del Sole di Bologna, che quest’anno intreccia tre diverse trame: il focus di drammaturgia fisica Carne curato dalla coreografa, danzatrice e fondatrice di Balletto Civile Michela Lucenti; la rassegna musicale Voria Summer Live, realizzata in collaborazione con l’azienda vinicola Porta del Vento; e infine We Reading, con alcuni protagonisti della scena culturale contemporanea invitati a raccontarsi attraverso la lettura di un testo a loro caro. Il tutto accompagnato dalla selezione di prodotti del bistrot Cantinella.

Martedì 21 giugno alle 21.00 Guglielmo Pagnozzi, virtuoso strumentista del clarinetto e del sax, si esibisce con il suo quintetto: con lui sul palco Federico Califano sax contralto, Andrea Calì pianoforte, Filippo Cassanelli contrabbasso, Andrea Grillini batteria. Un viaggio nel linguaggio e nel repertorio jazzistico con particolare attenzione alla musica di Charles Mingus, Thelonious Monk e John Coltrane.

Mercoledì 22 giugno alle 21.00 We Reading presenta La normalità non influenza con Gaia Spizzichino, altrimenti conosciuta come Normalize Normal Homes: 35 anni di vita di cui il 30% trascorsa a Milano, e il restante 70% a Roma; è manager e sul suo profilo Instagram @normalizenormalhomes affronta i grandi temi della sua generazione, come casa, lavoro, matrimonio, capelli, con leggerezza e autoironia, scardinando una narrazione troppo ottimistica. Detesta viaggiare, ma solo perché deve farlo in economy, e per questo ha creato un alter ego, Ginevra Masuelli (@_wanderlust.89) che, non dovendo lavorare, lo fa a tempo pieno. «Viviamo vite sempre più complesse – scrive – e ci mettiamo nelle mani di veri e propri sconosciuti al solo scopo di semplificarle, spesso ottenendo risultati opposti. Del resto, se i problemi sono complessi, vuoi che non lo debbano essere anche le possibili soluzioni? Nell’estrema convinzione, generazionale e di genere, che nulla arrivi senza faticare, abbiamo fatto dell’eccezione la regola, dimenticandoci che la maggior parte di noi conduce esistenze normali nell’accezione più banale del termine. Normali e per questo motivo poco influenti?».

Giovedì 23 giugno alle 21.30 un nuovo appuntamento per il focus Carne con Zero Hz Live Sound Processing Impro Performance, progetto del danzatore e performer Paolo Rosini e del sound designer e artista visivo Florian Paninski: arti diverse s’incontrano e si mescolano in uno scambio teso tra la forma finita del gesto e l’ampiezza senza confini del suono.

Paolo Rosini inizia i suoi studi in danza contemporanea e classica all’Ass. Demidoff di Firenze e OMA e dopo la laurea in Architettura si trasferisce in UK dove frequenta corsi professionali e workshop; nel 2015 co-fonda la compagnia di danza contemporanea BAMBULAproject.

Florian Paninski opera tra Italia, Grecia e Germania. Negli anni ha alternato i sui studi in storia, antropologia e pedagogia a esperienze lavorative con organizzazioni culturali di vario genere, parallelamente alla sua ricerca artistica.

In Zero Hz le loro anime si uniscono per dare vita a un dialogo tra densità “vibrazionale” e riverbero del corpo; un luogo di risonanza comune, dove “organico” e “sintetico” si manifestano come un unico organismo, un’unica intelligenza, un unico respiro.

«L’intenzione del gesto tende a estendersi al di là del perimetro della pelle – scrivono gli artisti – come a voler erodere il concetto di distanza, di confine, di separazione, mentre il suono, si fa contenitore materico che sostiene la capillarità dello spazio tanto quanto quella del corpo. L’azione fisica si frammenta in segmenti che sfuggono ai suoi punti estremi, in una spinta che non ambisce a definirsi ma piuttosto a manifestarsi come esperienza condivisa, attraverso l’alternanza di contrasti e accordi che plasmano la consistenza sonora dal quale il corpo esce e ritorna».

InChiostro fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Calendario dei prossimi appuntamenti:

21 giugno, ore 21.00 – Voria Summer Live

Teatro Arena del Sole, Chiostro

Guglielmo Pagnozzi Quintet

con Guglielmo Pagnozzi sax soprano, Federico Califano sax contralto, Andrea Calì pianoforte, Filippo Cassanelli contrabbasso, Andrea Grillini batteria

durata 1 h e 30 minuti

22 giugno, ore 21.00 – We Reading

Teatro Arena del Sole, Chiostro

Gaia Spizzichino | La normalità non influenza

di e con Normalize Normal Homes

durata 1 h e 30 minuti

23 giugno, ore 21.30 – Carne

Teatro Arena del Sole, Chiostro

Zero Hz Live

Sound Processing Impro Performance

Paolo Rosini e Florian Paninski

durata 1 h e 20 minuti

Info e biglietti:

Teatro Arena del Sole
via Indipendenza 44, Bologna
La biglietteria è aperta nei giorni feriali dal martedì al sabato ore 16-19

È anche possibile prenotare online sul sito bologa.emiliaromagnateatro.com | tel. 051.2910910 | email biglietteria@arenadelsole.it

Biglietti Carne: 5 €

Biglietti Voria Summer Live: 5 €

Al pubblico dei concerti verrà offerto un calice di vino della cantina “Porta del Vento”

We Reading: ingresso gratuito

InChiostro

musica, danza e letteratura nel Chiostro dell’Arena del Sole

il programma da martedì 21 a giovedì 23 giugno

Teatro Arena del Sole,

via Indipendenza 44, Bologna