Inaugurano oggi quattro mostre di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE

 

MODENA – Presentate alla stampa le nuove mostre di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE che inaugurano venerdì 14 settembre 2018 alle ore 18 in occasione di festivalfilosofia.

Jon Rafman. Il viaggiatore mentale

14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019

A cura di Diana Baldon

Palazzina dei Giardini

Corso Cavour, 2 – Modena

Presentata da Fondazione Fotografia Modena insieme alla Galleria Civica di Modena, è la prima ampia personale dell’artista canadese in un’istituzione Italiana.

La mostra comprende una selezione di installazioni multimediali che ripercorrono la produzione di Rafman a partire dal 2011 ad oggi.

Servendosi di linguaggi e supporti diversi, che vanno dalla fotografia al video, dalla scultura all’installazione, Rafman indaga la fusione sempre più indistinta tra la realtà e la sua simulazione nella società contemporanea attraverso opere che confondono i confini tra il materiale e il virtuale, tra i corpi in carne e ossa e le loro repliche tecnologiche
Sabato 15 settembre alle ore 22.30 nel Chiostro di Palazzo Santa Margherita Jon Rafman dialogherà con Diana Baldon nell’ambito dell’incontro Antropologia di un mondo virtuale.

Ryoichi Kurokawa. al-jabr (algebra)

14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019

A cura di NODE – festival internazionale di musica elettronica e live media

Palazzo Santa Margherita

Corso Canalgrande, 103 – Modena

La mostra, prima personale in un’istituzione Italiana dell’artista giapponese, raccoglie negli spazi della Galleria Civica di Modena alcune tra le sue produzioni recenti più significative, attraverso un percorso multisensoriale caratterizzato da imponenti opere audiovisive, installazioni, sculture e stampe digitali.

Originario di Osaka ma residente a Berlino, Kurokawa descrive i suoi lavori come sculture “time-based”, ovvero un’arte fondata sullo scorrimento temporale, dove suono e immagine si uniscono in modo indivisibile. Sinfonie di suoni che, in combinazione con paesaggi digitali generati al computer, cambiano il modo in cui lo spettatore percepisce il reale.

Vero o falso? Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza

14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019

A cura di Pleiadi Emilia

Palazzo Santa Margherita

Corso Canalgrande, 103 – Modena

La mostra indaga il rapporto tra scienza e verità attraverso le collezioni del Museo della Figurina, conducendo il pubblico all’interno del laboratorio scientifico, luogo simbolo dell’obiettività e dell’attendibilità.

Il tema “vero o falso” è declinato in tre macro ambiti (medicina, alimentazione e ambiente), rivelando trucchi, illusioni ottiche e cinematografiche, ma anche le visioni oniriche di fine Ottocento, alcune delle quali si sono avverate determinando un importante progresso per l’intero genere umano.

Gianfranco Baruchello. Doux comme saveur (A partire dal dolce)

14 settembre – 4 novembre 2018

MATA – Ex Manifattura Tabacchi

Via Manifattura Tabacchi, 83 – Modena

La mostra, realizzata in collaborazione con il Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto e la Fondazione Baruchello di Roma, è composta da video proiettati per la prima volta dopo il recente restauro delle pellicole originali, parte di un progetto dell’artista sul sapore dolce, con interviste a filosofi, critici, poeti e artisti della cultura francese.

Sabato 15 settembre alle ore 18.30 l’artista Gianfranco Baruchello incontrerà il pubblico e discuterà il progetto con Carla Subrizi (Presidente della Fondazione Baruchello, Roma, e Professore Associato di Storia dell’arte contemporanea presso la Sapienza Università di Roma) e Gianfranco Maraniello (Direttore Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto).

Ingresso libero a tutte le mostre nei giorni di festivalfilosofia:

venerdì 14 settembre, ore 9-23

sabato 15 settembre, ore 9-24

domenica 16 settembre, ore 9-21

Ufficio stampa:

Irene Guzman

FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE è un’istituzione diretta da Diana Baldon e dedicata alla presentazione e alla promozione dell’arte e delle culture visive contemporanee, che comprende Galleria Civica di Modena, Fondazione Fotografia Modena e Museo della Figurina.