In Consiglio comunale sei delibere di urbanistica

22

Nella seduta di giovedì 7 dicembre in programma anche un’altra delibera e un paio di mozioni. I cittadini possono seguire in diretta streaming sul sito web del Comune

MODENA – Sono sette le delibere in discussione nella seduta del Consiglio comunale di Modena di giovedì 7 dicembre, sei delle quali di urbanistica.

I lavori dell’Assemblea sono convocati nell’aula consiliare e sono trasmessi in diretta streaming sul sito del Comune di Modena (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

Alle 15 è previsto l’appello e la trattazione, oltre che delle analisi delle partecipazioni societarie del Comune di Modena al 31 dicembre 2022, delle delibere di urbanistica. Si tratta, in particolare, del nulla osta in deroga agli strumenti urbanistici comunali per due di interventi: in via Sciascia 60 un ampliamento di un capannone della società Dima srl e in via Emilia Est l’approvazione del progetto definitivo di nuova costruzione in scavalco di edificio. Prevista anche la trattazione di due permessi di costruire convenzionati: il primo per la realizzazione di un edificio residenziale in via Pannunzio, a Cittanova; il secondo per la realizzazione di 18 alloggi, suddivisi in due palazzine in via Zini a Modena. In programma anche la variante al Programma di riqualificazione urbana (Pru) del complesso monumentale dell’ex ospedale Sant’Agostino e la proroga della stipula della convenzione urbanistica per l’intervento di ampliamento dell’impianto di recupero rifiuti in favore della società cooperativa Motem Service.

Infine, l’Assemblea ha in programma la trattazione di quattro mozioni, a partire da quella presentata da Partito democratico, Sinistra per Modena e Modena Civica che chiede di aderire alla proposta di legge di iniziativa regionale per sostenere il Sistema sanitario nazionale.

I titoli degli altri ordini del giorno sono: “Sostegno e difesa della sanità pubblica” (Movimento 5 stelle); “Proposta di conferimento della cittadinanza onoraria al giornalista Julian Assange” (Movimento 5 stelle); “Istituzione di una figura (accessibility manager o disability manager) a sostegno delle persone con disabilità e impegnata per la rimozione degli ostacoli strutturali” (Lega Modena).

Approfondimenti online sul sito www.comune.modena.it/amministrazione/organi-di-governo/consiglio-comunale