Il Teatro dell’Orsa inaugura un nuovo gruppo di lettura

69

“Nascita” è il tema dell’incontro in diretta streaming che darà avvio alle attività del progetto La voce dei libri della Biblioteca di Quattro Castella (RE)

REGGIO EMILIA – «Nascita è una parola che ci porta dentro a ogni inizio. Condivideremo pagine da romanzi e poesie che spalancano alla vita, che raccontano il mistero, l’origine, la contraddizione del nostro essere al mondo»: Monica Morini e Annamaria Gozzi del Teatro dell’Orsa introducono l’appuntamento per adulti, dedicato alla lettura, che domenica 21 febbraio alle ore 17 darà avvio, in diretta streaming dalla Casa delle Storie di Reggio Emilia, al progetto La voce dei libri della Biblioteca Comunale di Quattro Castella (RE).

«È per rinascere che siamo nati» continua Monica Morini citando Pablo Neruda «leggere è un’altra forma di felicità, farlo insieme agli altri è una sorta di rinascita che coinvolge i partecipanti in modo orizzontale. Un tempo dove tutti possono portare e condividere un frammento di libro creando una comunità pensante. Leggere allunga la vita. Dentro lo sguardo di ogni autrice e di ogni autore esploreremo la nascita come luogo di ogni possibilità. Una luce in questo tempo buio».

«Leggere è un atto creativo» aggiunge Annamaria Gozzi «ogni lettore trova cose diverse e perciò nessuno legge lo stesso libro. Questo è ciò che ci anima e ci sorprende nell’incontrarci dentro La voce dei libri. Scopriremo nei romanzi, nelle poesie quello straordinario venire alla luce, che sia una nuova vita o il cominciare di qualcosa. In fondo ogni libro è cosa viva e nasce ogni volta che ne apriamo una pagina».

Spiega Bernardino Bonzani, che parteciperà alla realizzazione dell’evento insieme alla musica dal vivo di Gaetano Nenna: «Questo momento vuole essere una vera e propria esperienza culturale comunitaria, nel solco di ciò che con il Teatro dell’Orsa portiamo avanti ormai da oltre dieci anni e che, nel tempo, ha prodotto una bibliografia composta da più di mille titoli che spaziano dai classici alle nuove uscite, dalla poesia alle biografie, fino agli albi illustrati».

Foto: Teatro dell’Orsa, Felice chi legge!