Il Teatro Canzone de Le Scians il 21 gennaio al Petrella di Longiano

4

Le bolognesi Valentina Mattarozzi e Francesca Bellière in uno spettacolo musicale che riformula i successi della musica italiana incrociando pop e jazz: al centro l’uomo e la donna con i loro eterni conflitti

BOLOGNA – Dopo il successo del concerto allo storico cinema Fulgor di Rimini torna in Romagna il Teatro canzone de Le Scians. L’eclettico duo formato da Valentina Mattarozzi (voce) e Francesca Bellière (Pianoforte) sarà sabato 21 gennaio alle 21 al teatro Petrella di Longiano per sorprendere il pubblico con uno spettacolo musicale che esce da ogni cliché.

In Teatro canzone le due artiste rivisitano alcuni successi della storia della musica italiana riformulandoli dal punto di vista armonico e stilistico. I brani vengono “smontati” e “rimontati” in lavori di alto bricolage in un melange di fantasia ed eleganza, ironia e intensità. Le Scians incrociano il pop con il jazz e lo fondono in Teatro canzone mettendo al centro la donna e l’uomo, con i loro eterni conflitti. In un divertissement teatrale che si dipana tra depistaggi e finta normalità, giocando con parole, melodie, armonie e di strani casi di francesismo, passando da momenti ironici, grotteschi ad altri emotivamente molto intensi. Al centro, la donna e le tematiche che vi ruotano attorno viste non con l’ottica da “femminismo gridato” ma come un manifesto sul femminismo in senso contemplativo e umano.

Biglietti online su www.liveticket.it/lescians

Ingresso unico intero 15,00 € + 1,50 € diritto di prevendita
ridotto 6,00 € + 0,60 € diritto di prevendita.

Facebook: www.facebook.com/events/3368527596723365/?ref=newsfeed

Youtube www.youtube.com/watch?v=ZJeyCAGvcrQ

Info: 3 Sound Record info@3soundrecord.it Tel.+39347 2930083

VALENTINA MATTAROZZI

Inizia a studiare pianoforte a 6 anni. A 14 si cimenta con la composizione. Inizia gli studi di canto al conservatorio Girolamo Frescobaldi Ferrara e il Giovan Battista Martini di Bologna come soprano lirico, ma il primo colpo di fulmine artistico arriva con la musica jazz. Poi andrà alla scoperta di altre forme musicali quali: fusion, funk, soul, pop, rock, e per ultimo il blues, che la conquista. Studia canto con Tiziana Ghiglioni, Iskra Menarini e Luisa Lodi, frequenta alcuni stage tra cui quello di improvvisazione jazzistica condotto da Bob Stoloff. Segue corsi di recitazione cinematografica alla scuola Skenè, diretta da Elio Paradiso e corsi di commedia dell’arte condotti da Massimo Macchiavelli. Ha al suo attivo, in un ricco curriculum artistico e professionale, esperienze di cabarettista, ballerina, attrice, autrice e compositrice. Vanta collaborazioni con Daniele Scannapieco (Dee Dee Bridgewater), Tommaso Scannapieco, Antonio Tosques, Carlo Atti, Lele Barbieri, Igor Palmieri, Annibale Modoni (Chet Baker), James Thompson, Felice Del Gaudio, Massimo Tagliata, Tiziano Jannacci e Teo Ciavarella (L.Dalla, G. Paoli). Conta innumerevoli partecipazioni a spettacoli, festival, concerti, trasmissioni televisive locali e nazionali. Dal 2013 è vocalist ufficiale della Doctor Dixie Jazz Band, gruppo fondato da Nardo Giardina e ormai nella storia del jazz bolognese (Paolo Conte, Gerry Mulligan, L. Dalla, Renzo Arbore, Pupi Avati). Alternando attività musicali e teatrali, eccola protagonista di “Lady Day – Omaggio a Billie Holiday” (nel ruolo di Billie Holiday) per la regia di Massimo Macchiavelli e ancora in “Ladies sing the blues”, viaggio attraverso la storia e le sonorità blues portate alla ribalta da grandi interpreti femminili come Bessie Smith e Janis Joplin. Si è cimentata anche nella scrittura teatrale, debuttando con “Io sono Billie”, spettacolo anche questo incentrato sulla vita di Billie Holiday. Il 30 maggio 2020 è stata la cantante del primo concerto in Italia “in condominio”, post – lockdown esibendosi con Teo Ciavarella a “Borgo Masini”. Ha all’attivo tre album, “Vally Doo” (2014 – SanLuca Sound) e “I am Billie – Tribute to Billie Holiday” (2017 – Azzurra Music). Questo lavoro ha ricevuto pubblicamente i complimenti da parte del gruppo vocal jazz più famoso al mondo, “The Manhattan Transfer”. Il terzo album “Virtù Nascoste” (Azzurra Music) è uscito il 14 maggio 2021, scritto interamente da lei, musica e parole; sono stati tratti 4 singoli: Fragili (27 novembre 2020), Nostalgie (15 gennaio 2021), L’Amore Perduto (23 aprile 2021) e La Vita dei Miracoli (15 ottobre 2021) che è stato inserito nella lista annuale di Skytg24 tra i 32 brani in lingua italiana più belli del 2021: “Le canzoni più belle del 2021”.

FRANCESCA BELLIÈRE

Inizia da bambina lo studio del pianoforte fino ad appassionarsi alla musica jazz. Nel 2010 consegue con il massimo dei voti la laurea di I livello in Jazz e musiche improvvisate del nostro tempo presso il Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara. Nel 2011 conclude il percorso in Conservatorio conseguendo, sempre al meglio, la laurea di II livello in Musica Applicata con una tesi riguardante la riarmonizzazione, argomento che da sempre la affascina e su cui continua a specializzarsi. Ha collaborato con Angela Parisi (corista di Adriano Celentano, Ron, Zucchero), con Anna Stella Camporeale (corista di Andrea Mingardi, Umberto Tozzi, Gianna Nannini, Loredana Bertè) e per quasi vent’anni con Iskra Menarini (storica corista di Lucio Dalla e Gianni Morandi). Nel 2009 ha fondato Heliconia Acoustic Group, formazione acustica di cui ha curato gli arrangiamenti insieme a Claudio Castellari. Nel 2016 fonda Le Scians con Silvia Guazzaloca; tra le varie rassegne e partecipazioni, si esibiscono al Festival del I maggio a Bologna nel 2017. Sempre nello stesso anno esce “O de Nuans” per l’etichetta 3SoundRecord. Svolge da molti anni attività di didattica con bambini e adulti fondendo creatività e sperimentazione, utilizzando metodi e tecniche varie (Dalcroze, Body Percussion).