Il Sindaco Enzo Lattuca saluta il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cesena Maggiore Fabio Di Benedetto (FOTO)

14

CESENA – Il Sindaco Enzo Lattuca ha ricevuto il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cesena, Maggiore Fabio Di Benedetto che oggi, mercoledì 9 settembre, conclude il suo mandato nella nostra città per trasferirsi a Roma per un prestigioso incarico presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Il Comandante ha ringraziato il Sindaco per il buon lavoro svolto in stretta sinergia con l’Amministrazione Comunale fin dal giorno del suo arrivo.

“Abbiamo instaurato – commenta Lattuca – una collaborazione proficua come Istituzioni che si occupano di sicurezza valorizzando quel prezioso rapporto con la comunità. A nome personale e dell’Amministrazione ringrazio il Comandante Di Benedetto per la professionalità dimostrata in questi anni augurandogli un buon lavoro a Roma”.

Il monrealese Fabio Di Benedetto è arrivato si è insediato come Comandante presso la Compagnia dei Carabinieri di Cesena nel luglio del 2016. Laureato in giurisprudenza con 110 e lode alla Tor Vergata di Roma, in Scienze Criminologiche a Forlì e in scienze della sicurezza interna ed esterna. Ha avviato la sua carriera nell’Arma dei Carabinieri come sottufficiale, prestando servizio in Calabria nell’area dell’Aspromonte e nell’antidroga a Reggio Calabria. Successivamente ha frequentato l’Accademia biennale a Modena più tre anni di Scuola Ufficiali a Roma, prima di essere destinato al Comando del Nucleo Operativo Radiomobile di Riccione, per poi comandare la compagnia di Gioia del Colle, in Puglia e quella della città del cavalluccio.

In questi anni oltre ad aver predisposto e coordinato i servizi preventivi dell’Arma nelle più importanti manifestazioni e sul territorio cittadino, fronteggiando anche in prima persona lo stato di emergenza legato al fenomeno epidemiologico COVID 19, anche sotto il profilo della polizia giudiziaria i suoi uomini, sotto la sua guida, hanno raggiunto importanti risultati. Particolare impegno e attenzione è stata dedicata alla problematica dello spaccio di droga, soprattutto nelle zone più sensibili della città (Stazione Ferroviaria e parchi cittadini) con numerosi arresti, denunce e sequestri. Diverse sono state anche le indagini che hanno consentito a più riprese di scoprire criminali dediti alle rapina e ai furti agli esercizi commerciali. Infine, da ricordare il suo impegno nelle scuole, nell’ottica di far conoscere l’Arma ai giovani e di educarli alla legalità, e quello contro i reati che riguardano le fasce più deboli, attraverso incontri nelle parrocchie e nelle varie associazioni di quartiere per prevenire l’annoso problema delle truffe agli anziani.