Il Rettore Francesco Ubertini relatore alla conviviale online Rotary-Lions: l’università di Bologna e della Romagna

39

CESENA – L’università di Bologna e della Romagna, è questo l’obiettivo da perseguire per il prossimo futuro per l’Alma Mater Studiorum secondo il Rettore prof. Francesco Ubertini relatore alla conviviale online, con piattaforma Zoom, Rotary-Lions tenutasi la scorsa settimana.

Ha aperto l’incontro il Governatore del Rotary Distretto 2072 Angelo Andrisano, fino a pochi mesi fa Rettore di Unimore, l’università di Modena e Reggio Emilia.

Il campus di Cesena, come ricordato dal presidente Massimo Cicognani vede al suo attivo importanti risultati sia dal punto di vista della ricerca e della didattica sia per le ricadute economiche e culturali sul nostro territorio.

Alberto Zambianchi presidente dell’ente di sostegno Serinar, ha ricordato il ruolo fondamentale che hanno avuto le realtà imprenditoriali, culturali e amministrative del nostro territorio per la nascita dei campus romagnoli di Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna.

Il sindaco di Cesena Enzo Lattuca ha espresso tutta la sua soddisfazione per la presenza dell’università nella nostra città, sottolineando il fatto che oggi una città moderna non può dirsi tale se non è presente sul suo territorio un insediamento universitario. Ora si guarda al futuro con la realizzazione dello studentato e della nuova sede di Psicologia.

L’intervento del Rettore Francesco Ubertini ha ricordato gli ottimi risultati raggiunti dall’Alma Mater anche il questo periodo di emergenza Covid-19 dove non solo l’attività didattica è riuscita a trasferirsi con ottimi risultati e in tempi record dalle aule fisiche a quelle virtuali del web ma addirittura si è riusciti ad incrementa il numero di esami sostenuti in riferimento al medesimo periodo dello scorso anno.

Una nuova modalità didattica – ha detto il Rettore – che certamente resterà attiva anche dopo il ritorno graduale alla normalità post emergenza Covid-19. Altro punto cardine dell’intervento del Rettore Ubertini è stato la conferma della partenza dei nuovi corsi di laurea in medicina presso i campus universitari romagnoli. Il progetto salute punta sull’integrazione tra Alma Mater e AUSL Romagna, una sinergia che abbraccia didattica, ricerca e coinvolge tutti i campus romagnoli, ognuno con strutture e funzioni sanitarie che rappresentano le specifiche vocazioni del territorio.

A guidare la serata sono stati Alessio Avenanti, presidente del Rotary Club Cesena e prof. ordinario presso il Dipartimento di Psicologia e Maurizia Boschetti, presidente del Lions Club Cesena. Presenti anche i presidenti prof. Sergio Brasini del campus universitario di Rimini, prof. Luca Mazzara di Forlì e la prof.ssa Elena Fabbri di Ravenna e il Prorettore alla didattica prof. Enrico Sangiorgi. Numerosi i club in collegamento dall’Emilia Romagna e anche dal resto d’Italia.