Il Quartiere Cervese Sud si prepara alla festa di San Martino con poesie dialettali romagnole

3

Appuntamento al circolo Arci di via Madonna dello Schioppo giovedì 11 novembre, ore 20.30

CESENA – Una serata dedicata alla poesia dialettale e aperta a tutti. Il Quartiere Cervese Sud ripropone, come ormai avviene da anni, la Festa di San Martino, un’occasione di incontro che giovedì 11 novembre, dalle 20.30, riunirà tutti i partecipanti presso il Circolo Arci in Via Madonna dello Schioppo 1473, all’angolo con la Via Cervese. L’iniziativa, a ingresso gratuito, sarà animata dai contributi dialettali di Lidiana Fabbri, Daniele Casadei e Mario Amici, che coordinerà i diversi interventi.

“Questa festa – commenta il Presidente del Quartiere Diego Paglierani – fa parte della tradizione romagnola contadina e si inserisce in un ampio racconto culturale, linguistico e sociale del nostro territorio. Da sette anni, fatta eccezione per il 2020 a causa della pandemia da Covid-19, proponiamo alla nostra comunità di Quartiere, e soprattutto alle ultime generazioni, una serata per celebrare il dialetto. Vogliamo mantenere viva la nostra tradizione romagnola soprattutto a favore dei più giovani ed è per questa ragione che chiediamo ai poeti romagnoli, da Rimini a Cesenatico, di aderire all’iniziativa coordinata in questa edizione dall’ex consigliere di Quartiere Mario Amici. È importante – prosegue il Presidente Paglierani – riproporre momenti sociali e di ritrovo essenziali alla vita di comunità e a tutti noi che per mesi abbiamo rinunciato alla bellezza dello stare insieme”.

Mario Amici è nato a Bagnìle, e vive da oltre quarant’anni a San Giorgio. Si tratta di due frazioni di Cesena poste nel cuore dell’antica centuriazione romana. I dialetti di quest’area, al di sopra della Via Cervese, cominciano a risentire dell’influenza dei dialetti ravennati. Amici ha da sempre la passione per la poesia dialettale, e ha scritto decine e decine di poesie.

La programmazione definita e proposta dai Quartieri intende valorizzare il senso di comunità andando a indagare la storia e le caratteristiche dei singoli quartieri cesenati anche grazie al prezioso contributo dei cittadini. Da eventi itineranti a iniziative che troveranno spazio nei parchi, nelle rispettive sedi di Quartiere e nelle piazze. Dal Centro urbano a Borello l’autunno e l’inverno cesenate, fino al 6 gennaio, saranno animati da attività che coinvolgeranno adulti e bambini. Esibizioni di Tai Chi, spettacoli di burattini, momenti musicali a cura di artisti e band locali, proiezioni di film, poesie in dialetto romagnolo e piccole sagre e occasioni conviviali. Con l’arrivo delle festività inoltre i Quartieri sono al lavoro per creare un’atmosfera natalizia di tutto rispetto: dalla distribuzione dei doni ai bambini e alle bambine all’accensione dell’albero di Natale. Ampio spazio sarà dedicato anche ai progetti di rigenerazione urbana relativi alla Portaccia e alla rete bibliotecaria cittadina, e alla solidarietà grazie alla collaborazione con la Caritas.