Il mercato del mercoledì e del sabato si riorganizza, alimentare fresco, piante e sementi in Piazza San Domenico (FOTO)

26

CESENA – A Cesena il mercato del mercoledì e del sabato si riorganizza puntando all’area di Piazza San Domenico che sarà destinata ai banchi alimentari e del fresco, oltre che alla vendita di piante e sementi.

Ad annunciarlo è l’Assessore all’Economia del Territorio Luca Ferrini che precisa come la nuova organizzazione, del tutto sperimentale fino al 31 dicembre prossimo, avrà inizio non appena sarà conclusa l’emergenza epidemiologica in corso.

Una riorganizzazione complessiva del mercato, il doppio appuntamento settimanale a cui i cesenati sono particolarmente legati, che interessa tutto il centro storico e nello specifico Viale Mazzoni, Piazza del Popolo, Via Pio Battistini e Piazza Amendola.

“Al centro di questa riorganizzazione – commenta l’Assessore Ferrini motivando la decisione di Giunta – le esigenze dei commercianti ambulanti ma anche degli utenti del nostro mercato cittadino. Porre un ordine ai diversi banchi distribuendo per comparti le merci faciliterà il lavoro agli operatori e la ricerca dei consumatori. Al momento infatti gli ambulanti del settore alimentare fresco sono collocati a caso nell’area destinata al mercato, anche in prossimità di luoghi di pregio da tutelare”.

La nuova disposizione, che rappresenta un primo step della riqualificazione del mercato ambulante che avrà seguito nel 2021, assicura diversi vantaggi: una migliore accessibilità e percorribilità del mercato da parte dei frequentatori, una organizzazione più efficace del servizio di raccolta dei rifiuti organici, e la predisposizione delle misure igienico-sanitarie previste per il settore alimentare.

Pertanto, stando alla nuova mappa, Piazza San Domenico sarà destinata ai generi dell’alimentare fresco e alla vendita di piante, sementi e generi annessi; in Viale Mazzoni, Piazza del Popolo, Via Pio Battistini troveranno spazio i banchi di vendita del non alimentare/alimentare non deperibile; Piazza Amendola sarà invece area esclusiva per generi del non alimentare e alimentare non deperibile e anche di piante e sementi.

Si ricorda che, per dare maggiore coerenza e completezza ai provvedimenti assunti dal Governo al fine di limitare la diffusione del virus COVID-19 sul territorio, la Regione Emilia-Romagna ha disposto la chiusura dei mercati tutti i giorni della settimana e non solo nei week end, con l’esclusione dei banchi alimentari laddove assicurino la distanza minima tra le persone.