Il cuore di Telethon batte a Modena per la ricerca

9
Telethon 2021: foto di gruppo con relatori, volontari, ricercatori, partner e testimonial

Da domenica 12 a domenica 19 dicembre eventi e dolci di cioccolato nei banchetti dei volontari e nelle edicole per finanziare gli studi scientifici su malattie genetiche e rare

MODENA – Dal 12 al 19 dicembre torna la Campagna di Natale promossa dalla Fondazione Telethon per raccogliere fondi a favore della ricerca sulle malattie genetiche e rare in occasione della Maratona televisiva della Solidarietà. Anche a Modena e provincia si svolgeranno iniziative in collaborazione con i partner Telethon per sensibilizzare i cittadini e raccogliere fondi per la ricerca.

“Modena e i modenesi sono in prima linea nella raccolta di fondi Telethon alimentando con generosità la ricerca attraverso le donazioni e il contributo dei volontari. Questa straordinaria gara di solidarietà non solo contribuisce in modo importante alla ricerca scientifica, a cui hanno dato preziosi apporti anche ricercatori che operano nel nostro ateneo, ma mobilita energie preziose che rendono più solida e unita la nostra comunità”, afferma il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in occasione della conferenza stampa di presentazione, insieme al coordinatore provinciale Telethon Ermanno Zanotti e al direttore del Centro di Medicina Rigenerativa di Unimore Michele De Luca in rappresentanza del mondo scientifico che grazie ai fondi raccolti da Telethon conduce anche a Modena importanti ricerche. Alla conferenza stampa di giovedì 9 dicembre è intervenuto anche Federico Mancarella medaglia Bronzo alle Paralimpiadi di Tokyo e Argento ai Mondiali di Copenahagen, testimonial della campagna Telethon.

Presenti inoltre Luigi Zironi sindaco di Maranello, ricercatori Unimore, partner di Telethon, Francesco Malagoli direttore Bnl, Giuliano Barbieri della segretaria SiNaGI, Gianni Anderlini Tecnico Federcanoa, referenti delle associazioni: Avis, Uildm, Le ali di Camilla, Azione Cattolica, Xia-Gibbs Syndrome.

Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. In trent’anni Telethon ha studiato oltre 600 malattie, producendo risultati importanti divulgati in pubblicazioni scientifiche, consentendo di identificare decine di geni responsabili di malattie rare e, in quanto tali, trascurate dai grandi investimenti. Alcuni numeri rendono l’idea di quanto fatto fino ad oggi: 12,4 milioni di euro investiti sulle malattie neuromuscolari; 6.500 pazienti coinvolti; 14.212 studi scientifici pubblicati; 253 casi risolti nel programma Malattie senza diagnosi; 592,5 milioni di euro investiti in 2.720 progetti di ricerca e 1.644 ricercatori finanziati dal 1990. Ciononostante, solo in Europa, oltre 27 milioni di persone sono colpite da una delle 6.000 malattie genetiche su cui ancora si sa troppo poco per poter approntare una cura. La priorità di Telethon è quindi indirizzare la ricerca proprio su queste malattie e anche Modena intende giocare un ruolo significativo nel raggiungimento di questo obiettivo.

Da oltre vent’anni, in concomitanza con la Maratona Televisiva, in programma sui canali Rai quest’anno dal 12 al 19 dicembre, i volontari sono nelle piazze e nei centri commerciali della città e della provincia (quest’anno anche alla Festa Medioevale di Savignano e alla coop Borgogioioso di Carpi) per sensibilizzare sul valore della donazione e distribuire i Cuori di cioccolato Telethon.

“Agli importanti risultati scientifici raggiunti – aggiunge Ermanno Zanotti – hanno dato infatti un prezioso apporto i ricercatori dell’Ateneo modenese, così come hanno contribuito, su lato del sostegno economico, molti partner da anni a fianco della Fondazione Telethon: Bnl, Avis, Uildm, Anffas, Azione Cattolica e da quest’anno anche SiNaGi, il Sindacato Nazionale Giornalai che aderisce all’iniziativa distribuendo nelle edicole i tradizionali cuori di cioccolato”.

Grazie all’accordo nazionale tra Fondazione Telethon e SiNaGi, infatti in 34 edicole della provincia di Modena (tra le cinque città in Italia in cui è stato avviato un primo esperimento di solidarietà) sarà possibile sostenere la ricerca scegliendo il Cuore di cioccolato Telethon.

Infine, il 17 dicembre la Maratona televisiva Rai si collegherà con la piazza di Maranello per una diretta che vedrà protagonisti tra gli altri il coro Diapasonica della Corale Rossini e un raduno d’auto d’epoca.