Il centro storico di Cesena dice addio ai cassonetti stradali

Da lunedì 8 in vigore il calendario definitivo dell’ecoself. Nei prossimi tre sabati ancora attivo in Comune l’ecopoint per ritirare il kit per il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti

CESENA – E’ cominciato il conto alla rovescia per l’entrata in funzione a pieno regime del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti in centro storico.

Fra lunedì 8 e martedì 9 luglio verranno rimossi tutti i cassonetti pubblici nella cosiddetta ‘zona rossa’, cioè l’area servita dall’ecoself (il mezzo itinerante per il conferimento di tutte le frazioni di rifiuto); contestualmente, si procederà alla rimozione dei cassonetti stradali dell’indifferenziato e dell’organico nella circostante zona ‘verde’, dove da alcuni mesi è partita la raccolta dei rifiuti secondo le modalità già ampiamente rodate nel resto della città (raccolta porta a porta per organico e indifferenziato, conferimento nei contenitori stradali per carta, plastica e vetro).

Per avvertire i cittadini, su i cassonetti interessati al provvedimento è stato affisso l’avviso dell’imminente rimozione.

Nel cuore del centro storico sono cinque le postazioni da cui verranno completamente eliminati: si tratta di quelle di piazza Aguselli, via Pier Maria Caporali, piazza Isei, via Martiri d’Ungheria e di quella vicina alla Biblioteca Malatestiana.

Da martedì, quindi, i residenti della zona rossa potranno conferire i loro rifiuti solo all’ecoself. Per farlo, però, devono essere in possesso della ‘carta smeraldo’ fornita da Hera nei mesi scorsi insieme al kit per la raccolta differenziata.

Nonostante i due passaggi a domicilio svolti dagli operatori di Hera per la distribuzione del materiale e la prolungata apertura di uno sportello informativo attivato presso il Comune, ad oggi sono circa 300 gli utenti ancora sprovvisti della tessera.

Per consentire a questi ritardatari di recuperare facilmente il loro kit, nella mattinata di sabato 6 luglio e nei due sabati successivi (13 e 20 luglio), alle ore 8 alle ore 12,30, sarà ancora in funzione presso lo Sportello Facile del Comune l’ecopoint, a cui potranno rivolgersi per ricevere tutto il materiale necessario. Potranno rivolgersi all’Ecopoint anche gli utenti della “zona verde” (cioè quella zona del centro storico servita dalla raccolta porta a porta integrata), ancora sprovvisti del kit e dei contenitori dedicati.

Poi, da lunedì 22 luglio, per ottenere tutti questi materiali occorrerà rivolgersi alla sede operativa di Hera, in via Kossuth, a Pievesestina, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 12.

Intanto, da lunedì 8 luglio entrerà in vigore il nuovo calendario definitivo delle otto postazioni ecoself attivate (viale Mazzoni, via Pier Maria Caporali, piazza Aguselli, via Martiri d’Ungheria, piazza Isei, via Cesare Montanari, via Roverella e piazza Almerici). In ognuno di questi punti il mezzo per la raccolta dei rifiuti sarà presente quotidianamente, compresa la domenica, per almeno due ore (ma in genere, la sosta è più lunga) in due diversi momenti della giornata.

Per informare sui nuovi orari, è stato predisposto un pieghevole che in questi giornista per essere recapitato nelle buchette di tutti gli utenti interessati.

Nessuna particolare novità, invece, è prevista per le varie utenze non domestiche del centro storico, con la raccolta porta a porta di carta e cartone nel primo pomeriggio di lunedì, mercoledì e venerdì e quella di plastica e lattine al martedì, giovedì e sabato.

“Abbiamo voluto che l’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti in centro storico fosse preceduto da un lungo periodo di rodaggio, che da novembre si è protratto finora – spiega l’Assessora alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi – non solo per lasciare ai cittadini il tempo di abituarsi, ma anche per costruire, attraverso un intenso lavoro di confronto, un servizio su misura, che tenesse conto delle diverse esigenze presenti in questa zona particolare della città. Ora, con la rimozione dei cassonetti, si completa il passaggio verso la nuova modalità di servizio e dedicheremo particolare attenzione al monitoraggio di questa fase, per individuare e risolvere le eventuali criticità non emerse fino ad ora, sfruttando, se necessario anche la caratteristica di flessibilità che contraddistingue questa tecnologia. L’obiettivo, come è stato detto fin dall’inizio, è duplice: portare una raccolta differenziata efficace, anche in un contesto non semplice, quale il centro storico, ma d’altro lato, quello di rendere Cesena sempre più pulita e gradevole (anche con l’eliminazione degli antiestetici cassonetti dal cuore della città). Anche con questa finalità, oltre che nel necessario rispetto dei tanti cittadini che svolgono la raccolta differenziata seriamente e correttamente, la rimozione dei cassonetti sarà accompagnata da un necessario intensificarsi dei controlli, in collaborazione con Polizia Municipale, Guardie Ecologiche volontarie ed operatori di Hera. Sarà un modo per continuare a dare informazione a chi ne avrà bisogno, ma anche per evitare errati conferimenti, o soprattutto, abbandoni per strada di rifiuti”.