Il belga Luca Van Boven (Lotto Soudal Development Team) vince il «Trofeo Città di Meldola»

4

Photo Zannoni

MELDOLA (FC) – È stato il belga Luca Van Boven (Lotto Soudal Development Team) a scrivere il proprio nome sull’albo d’oro del «Trofeo Città di Meldola – GP Awc Event», gara maschile per Under 23 che nel 2021 aveva premiato Alessandro Verre, oggi già sbarcato nel ciclismo professionistico con il team Arkea-Samsic.

Luca Van Boven, classe 2000, che si era già messo in luce in questi giorni con il secondo posto al Trofeo De Gasperi, ha superato in uno sprint a due il britannico Leo Hayter (Hagens Berman Axeon), riuscendo a resistere per poche decine di metri alla rimonta del gruppo alle loro spalle, regolato dal tedesco Felix Engelhardt (Tirol KTM Cycling Team). Primo italiano è Mattia Petrucci (Team Colpack Ballan), quinto. Bravo anche l’italiano Alessandro Pinarello (Bardiani CSF Faizané), che aveva azzeccato l’azione giusta ma ha perso contatto dai due battistrada nel corso dell’ultimo giro.

La gara per Elite e Under 23 organizzata dal gruppo AWC Event, in collaborazione con ExtraGiro, con il patrocinio del Comune di Meldola e della Federciclismo e con l’importante contributo di tutti gli sponsor, ha completato una giornata di grande ciclismo a Meldola (Fc) che era iniziata al mattino con la vittoria di Silvia Persico (Valcar – Travel & Service) sull’ucraina Shekel e la canadese Baril.

Una giornata simbolica per il supporto al movimento ciclistico italiano, in particolare a due sue componenti: le donne e i giovani.

Fondamentale il supporto degli sponsor Sefran, Verlicchi, Confcommercio Forlì, CNA Forlì-Cesena, Ridolfi, General System, Tikedo, Ortholab, AEB Group, Cosmogas, De Lorenzi Ceramiche, Italproget, 3D System, IperPneus, CM Rappresentanza Edili, Panificio Castellucci, Conad Meldola, Cantina Predappio, Alexander, Global Service, San Benedetto, Scatenati, Eco Escavazioni 2000 e Ruffilli Trasporti, Birrificio Mazzapegul, Peron, Fioridea, Mec Meldola, Punto box, Bikeconcept, Mobilificio Ginestri, Vodafone Global, Caffè Estados.

“TROFEO CITTÀ DI MELDOLA – GP AWC EVENT” UOMINI E/U23

IL PERCORSO

Il percorso per entrambe le gare, femminile e maschile, vede partenza e arrivo a Meldola, rispettivamente da Piazza Felice Orsini a via Cavour. Entrambe le gare si sviluppano su due circuiti: prima il percorso “cittadino” di 5,2 km a Meldola (con gli ultimi 500 metri in lastricato), poi un altro circuito di circa 20,8 km che comprende la salita che porta al borgo di Teodorano (scalata di 4,5 km, pendenza media 5,6%, max 8%).

Per gli Uomini U23, la gara misura 155,6 km, con 6 giri del circuito locale e 5 giri completi del circuito lungo con salita di Teodorano (che sarà così affrontata per 6 volte).

LA CRONACA DEL “TROFEO CITTÁ DI MELDOLA – GP AWC EVENT”

Al via 28 team, equamente divisi tra italiani e stranieri, con una partecipazione estremamente interessante considerando 153 partenti effettivi tra i più competitivi in Italia e nel mondo.

La gara è da subito animata da diversi tentativi di fuga. I primi due GPM al Castello di Teodorano vedono transitare nell’ordine Federico Iacomoni (Carnovali Rime Sias) su Ramses Debruyne (Lotto Soudal Development Team).

Siamo però a metà gara, lungo la terza scalata al Castello di Teodorano (79 km compiuti, 76 da percorrere) che parte l’azione del portacolori della Lotto Soudal Development Team, Luca van Boven, che si avvantaggia in solitaria e viene poi raggiunto in avanscoperta, nel corso della quarta scalata, dal britannico Leo Hayter (Hagens Berman Axeon) e dal giovane italiano Alessandro Pinarello (Bardiani CSF-Faizané).

I quattro transitano al quarto GPM di Teodorano (dopo 100 km, con 55 km ancora da percorrere) con un vantaggio di 1’05” sulla testa del gruppo. Il divario tra i tre battistrada e quel che resta del gruppo (circa quaranta corridori) sale fino a 1’28” al quinto GPM, a 34 km dalla conclusione.

L’azione dei battistrada prosegue anche al giro successivo, con il giovane Pinarello che perde contatto e viene risucchiato dal gruppo, guidato dal Team Colpack, che riduce il gap fino a poche decine di secondi.

Sembra nell’aria un epilogo allo sprint, ma Van Boven e Hayter resistono al recupero. A sorpresa, dopo una gara all’attacco, Van Boven riesce a imporsi sul britannico Leo Hayter, fratello di Ethan – che da U23 aveva già vinto tappe e indossato maglia Rosa al Giro d’Italia Giovani, altro appuntamento firmato ExtraGiro che andrà in scena dall’11 al 18 giugno.

A premiare, nel finale, il sindaco di Meldola Roberto Cavallucci in rappresentanza della Giunta, salita sul podio insieme alla Protezione Civile, ai volontari e agli sponsor, gli organizzatori Andrea Silvagni e Fausto Nanni di AWC Event insieme a Marco Selleri di ExtraGiro e Alessandro Spada, presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna della Federciclismo.

ORDINE D’ARRIVO “TROFEO CITTÀ DI MELDOLA – GP AWC EVENT”:

  1. Luca Van Boven (Lotto Soudal Development Team) 155,6 km in 4h03’50” alla media di 38,288 km/h
  2. Leo Hayter (Hagens Berman Axeon) s.t.
  3. Felix Engelhardt (Tirol KTM Cycling Team) a 6″
  4. Ramses Debruyne (Lotto Soudal Development Team) s.t.
  5. Mattia Petrucci (Team Colpack Ballan) s.t.
  6. Martin Marcellusi (Bardiani CSF Faizané) s.t.
  7. Sergio Meris (Team Colpack Ballan) s.t.
  8. Davide Toneatti (Astana Qazaqstan Development Team) s.t.
  9. Milan Paulus (Lotto Soudal Development Team) s.t.
  10. Vincent Van Hemelen (Lotto Soudal Development Team) s.t.

L’ORGANIZZAZIONE

A curare l’organizzazione della giornata di gare è AWC Event, il gruppo di Academy Woman Cycling coordinato dal presidente Andrea Silvagni e dal team manager Fausto Nanni che, dopo 12 anni di attività con team di ciclismo femminile giovanile che hanno portato in dote un campionato europeo, ventuno titoli italiani e svariati riconoscimenti in campo nazionale e internazionale, ha deciso a partire dal 2021 di dedicarsi all’attività organizzativa, prima con gli Under 23 e poi approdando nel 2022 anche al mondo delle Donne Elite.

AWC Event si avvale della collaborazione di ExtraGiro, gruppo organizzativo coordinato da Marco Selleri e Marco Pavarini che ha messo al centro delle proprie attività la bicicletta come motore di sviluppo e di rilancio per i territori e per il turismo sostenibile. Oltre ad aver organizzato negli ultimi anni eventi di risonanza planetaria come i Campionati del Mondo di ciclismo a Imola nel 2020, i Campionati Italiani professionisti nel 2021 e il Giro d’Italia Giovani Under 23 (che ne 2022 si svolgerà dall’8 al 18 giugno), tra i progetti di ExtraGiro figurano anche la formazione sul tema del mobility management, forniture di flotte e-bike, progetti di mappatura e toponomastica per la valorizzazione delle piste ciclabili e l’app Museo Digitale Diffuso del Ciclismo (MDD), nato dalla volontà di salvaguardare il patrimonio narrativo ed immateriale del ciclismo.