Il 31 agosto e il 1° settembre:+ danza contemporanea nel verde a Fienile Fluò per Festival Scena Natura

Running up that hill. Esperimenti coreografici in collina festival di danza nel verde dei colli bolognesi – VI edizione

BOLOGNA – Running up that hill è un progetto internazionale di residenze e performance di danza contemporanea per gli spazi verdi di Fienile Fluò nato dall’intuizione di Angelica Zanardi e Fabrizio Favale nel 2013.
Nel corso degli anni il festival ha ospitato per progetti di residenze e perfomance artisti internazionali come Simona Bertozzi, Guido Sarli, Fabrizio Favale, Sharon Vazanna, Gil Kerer, Francesca Foscarini, Andrea Costanzo Martini, Isabel Cuesta Camacho, Stella Spyrou, Carlo Massari, Mar Rodríguez Valverde e giovani promesse della danza contemporanea come Francesca Penzo, Alice Bariselli, Caterina Basso, Barbara Berti e Nuvola Vandini che grazie alle residenze promosse dal festival hanno potuto creare e/o portare a compimento le proprie creazioni coreografiche.

Per la VI edizione, Running up that hill ospiterà i coreografi e danzatori Matteo Marchesi e Leonardo Maietto proponendo un’ora di spettacolo, unico nel suo genere, con performance create site specific.

Anche per l’edizione 2019 continua la collaborazione con il festival internazionale di danza contemporanea delle Canarie MasDanza essendo la partecipazione al festival uno dei premi della edizione che si svolgerà tra il 12 ottobre e il 2 novembre e con il festival internazionale Danza Urbana per la scelta degli artisti in programma, in particolare Leonardo Maietto quest’anno ha fatto parte del progetto site specific Sedimenti creato per Matera 2020.

In scena:

BOB di MATTEO MARCHESI
Con questa creazione Marchesi ha appena debuttato a Bergamo ma il coreografo proporrà per il festival una versione site specific dello spettacolo creata appositamente per Fienile Fluò.
Bob è una creatura dell’immaginario, e vive nel buio. È una performance che si sviluppa sul confine tra il luogo a cui questa creatura appartiene -che lo nutre e protegge- e il resto, da cui proviene un pubblico di osservatori. BOB è un lavoro nato dal bisogno di indagare questo altrove e confine, che inghiotte o rigetta chi è al limite, o oltre il limite, nella rappresentazione di se’; un luogo che -come uno specchio deformante- ha il potere di mettere in moto qualcosa di profanatorio e liberatorio allo stesso tempo, come un gioco.
La performance nasce da un percorso di ricerca condiviso con bambini e bambine tra i 7 e i 10 anni e i loro immaginari hanno nutrito e qualificato la creatura che prende vita in scena.
Matteo Marchesi è Artista Associato Zebra, compagnia creata dalla coreografa Silvia Gribaudi.

ÜBER di LEONARDO MAIETTO
La coreografia inedita, con l’accompagnamento musicale dal vivo del giovane violoncellista Jacopo Muratori, è l’inizio di una nuova ricerca condotta dal danzatore romano.
Lo spettacolo è un dialogo senza senso ma attraverso i sensi, che accade nella “pancia” di chi sa vedere con le orecchie e ascoltare con gli occhi. Una performance per chi è in grado di rinunciare alle proprie certezze nel saper ascoltare e saper guardare. Il superamenti attraverso la negazione.
Certo, una costruzione no-sense per chi non vuole abbandonarsi all’oblio dell’immaginazione… Ascoltare immagini e vedere suoni significa rinuncia alle aspettative e un gesto di vera apertura verso coloro che intraprendono un percorso di semplice ricerca.

L’evento fa parte di Scena natura festival multidisciplinare di teatro, musica, danza e cinema ideato dalla Compagnia Crexida per gli spazi esterni di Fienile Fluò e sostenuto da Endas Emilia Romagna in collaborazione con la Regione Emilia Romagna e fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna / Destinazione turistica.

Costo: 5 euro

E’ consigliata la prenotazione. In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà al chiuso.

Fienile Fluò
Via di Paderno, 9 40136 Bologna – 338 5668169 – 051 589636 – info@fienilefluo.it
www.crexida.it/event/runningupthathill/
www.fienilefluo.it