Il 24 novembre inaugurazione della mostra “Cheers”

17
ITALY / Tuscany / Viareggio / Giorgia, Sara, and Maida of the Majorettes di Mentana team from Mentana, in the province of Rome, take a selfie in full majorette uniform before performing at the 2017 ANBIMA-MWF Majorette Sport Italian Championships in Viareggio, a seaside town in Tuscany.
© Agnese Morganti / Anzenberger

FINALE EMILIA (MO) – La due giorni del Festival “Mille e una storia”, dedicato alle espressioni d’arte al femminile – organizzato dal Comune di Finale Emilia in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – si apre venerdì 24 novembre, alle ore 19.00, con l’inaugurazione della mostra fotografica “Cheers”, reportage che documenta la realtà delle majorettes in Italia, realizzato da Agnese Morganti, fotografa freelance che collabora con numerose testate giornalistiche, tra cui D di Repubblica, IoDonna, Marie Claire Italia, Monocle, DAS Magazin, El Paìs, L’Espresso, Internazionale.

Nate negli anni ‘60 come accompagnamento alle bande musicali dei piccoli paesi, le majorettes di oggi si allenano e competono come vere e proprie atlete professioniste e le loro squadre vantano tifoserie appassionate, profondamente radicate nei territori da cui provengono. Nella provincia italiana dove la banda musicale è spesso il cuore della vita cittadina e attorno alla musica si crea comunità, generazioni di bambine, ragazze e donne trovano sé stesse nella danza, nella disciplina e nell’amicizia con le proprie compagne.

Il progetto, sviluppato anche grazie alla collaborazione con realtà locali e nazionali quali ANBIMA – Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome, ANBIMA Majorettes Sport MWF e squadre majorettes attive su tutto il territorio italiano, ha ricevuto premi e pubblicazioni a livello internazionale ed è attualmente distribuito da Anzenberger Agency.

La mostra, allestita nei portici Bertazzoli di via Trento e Trieste e visitabile da venerdì 24 novembre a domenica 10 dicembre, è curata dalla photo editor Teodora Malavenda.

In serata, a partire dalle ore 21.00, il festival proseguirà al Nuovo Cinema Corso con la visione dei “Corti d’autore”, cortometraggi d’animazione al femminile, prodotti dagli allievi delle Scuola Nazionale di Cinema – Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Piemonte.

Nel pomeriggio di sabato 25 novembre, a partire dalle ore 14.30, sempre il Cinema Corso ospiterà gli incontri letterari con diverse scrittrici, organizzati in collaborazione con la Scuola Holden di Torino.

Cheers: una mostra fotografica sul mondo delle majorettes inaugura il Festival “Mille e una storia”, dedicato alle espressioni d’arte al femminile