Il 19 novembre il workshop “I molluschi dell’Emilia-Romagna: buone prassi, criticità e prospettive legate confezionamento, trasformazione e commercializzazione”

7

FERRARA – Progetto d’Ittico: pesce e vino della costa dell’EmiliaRomagna

Le acque e i fondali del Nord Adriatico presentano caratteristiche ottimali per la crescita di due molluschi bivalvi simbolo della produzione e della gastronomia ittica dell’EmiliaRomagna: stiamo parlando di cozze della specie Mytilus galloprovincialis e di vongole appartenenti alla specie Chamelea gallina.

Le marinerie dell’EmiliaRomagna vantano una tradizione secolare legata alla pesca e alla raccolta di questi saporiti molluschi. Nello specifico attualmente le cozze vengono pescate sia da banchi naturali sommersi sia raccolte da impianti off shore presenti al largo della costa, per una produzione totale regionale di circa 20.000 tonnellate di cozze all’anno, grazie al lavoro di oltre 350 addetti.

Anche le vongole sostengono una realtà economia molto importante: la unità autorizzate a questo tipo di pesca, infatti, oggi sono 36 nel Compartimento di Rimini e 18 in quello di Ravenna; queste pescano 10 mesi all’anno, uscendo di norma tre o quattro volte alla settimana e sbarcando al massimo 400 kg di prodotto al giorno. Complessivamente negli ultimi anni lo sbarcato regionale è stato di circa 2.200 tonnellate.

Per i motivi sopra descritti e per le straordinarie qualità organolettiche che donano a questi molluschi un sapore unico, cozze e vongole sono state scelte come prodotti protagonisti del progetto “d’Ittico: pesce e vino della costa dell’Emilia– Romagna”, fortemente sostenuto da Legacoop Agroalimentare Nord Italia, cofinanziato dal FLAG Costa dell’EmiliaRomagna, nell’ambito della Priorità 4 FEAMP 20142020 Azione 4_A

INFORMAZIONE “Informazione per operatori pesca e collettività” Regolamenti (UE) 1303/2013 e 508/2014. Oltre a una campagna di promozione, veicolata con immagini e video di grande qualità realizzati da Sunset Comunicazione, sono stati organizzati degli show cooking, in collaborazione con l’Associazione ‘CheftoChef emiliaromagnacuochi’, con alcuni dei migliori chef nazionali. Il progetto ha per la prima volta promosso e valorizzato il connubio con i vini del territorio, grazie al coinvolgimento di Terre Cevico, una delle più importanti realtà vinicole italiane. A conclusione del progetto, venerdì 19 novembre 2021, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, presso la Sala Grecale del Padiglione 2 della Fiera di Ferrara, nell’ambito di Sealogy Il Salone Europeo della Blue Economy, si svolgerà un workshop intitolato “I molluschi dell’EmiliaRomagna: buone prassi, criticità e prospettive legate confezionamento, trasformazione e commercializzazione”.

Dopo i saluti portati dai rappresentanti del FLAG Costa EmiliaRomagna e dopo la presentazione del progetto, fatta da Maria Linda Caffarri di Legacoop Agroalimentare Nord Italia, si entrerà nel vivo dei lavori con la relazione di Giuseppe Prioli, direttore scientifico della M.A.R.E. Soc. Coop. a r.l. che fornirà un quadro della situazione della mitilicoltura e della pesca delle vongole, dal punto di vista scientifico e tecnico.

Edoardo Turolla, biologo e fondatore dell’Istituto Delta Ecologia Applicata (FE) farà un intervento sulla venericoltura in EmiliaRomagna, mentre Eraldo Rambaldi dell’Associazione Mediterranea Acquacoltori interverrà su “Buone prassi, criticità e prospettive legate a trasformazione e commercializzazione”.

Seguiranno gli interventi di Paolo Piva del Consorzio Pescatori Goro, Nicola Tontini della Cooperativa Casa del Pescatore di Cattolica, Federico Pinza della Cooperativa Mitilicoltori Spezzini e Massimiliano Busetto della Società Agricola Pianeta Mare Pellestrina. Seguirà una tavola rotonda aperta al pubblico, gestita da Eraldo Rambaldi. Il workshop offrirà anche l’occasione per rilanciare e socializzare i materiali fotografici e video realizzati, tutti disponibili sui social e sui siti del FLAG Costa EmiliaRomagna e di Legacoop Agroalimentare Nord Italia.