Grande guerra: le celebrazioni del 4 novembre

Venerdì 2 mattina la messa con l’arcivescovo Castellucci e picchetto d’onore; domenica 4 novembre, corone per i caduti e mostra all’Accademia in piazza Roma

MODENA – Dopo le celebrazioni del 2, Modena si prepara a quelle di domenica 4 novembre.

La giornata di commemorazione dei defunti di venerdì 2 novembre è stata celebrata a Modena, al cimitero metropolitano di San Cataldo, con una messa a suffragio dei Caduti di tutte le guerre e in particolare della Prima guerra mondiale, di cui ricorre il centenario della fine del conflitto. Ha celebrato la funzione, a cui ha preso parte il sindaco Gian Carlo Muzzarelli con la presidente del Consiglio comunale Francesca Maletti e le autorità civili e militari cittadine, l’arcivescovo abate di Modena – Nonantola monsignor Erio Castellucci.

È seguito l’alzabandiera, e quindi la resa degli onori ai Caduti di tutte le Campagne Nazionali, con deposizione di una corona da parte del Generale di Brigata Stefano Mannino, Comandante dell’Accademia Militare.

Domenica 4 novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, invece, le commemorazioni avranno inizio alle 9 del mattino con l’alzabandiera e la deposizione di corone al Monumento ai Caduti di Viale delle Rimembranze. Alle 9.15 sarà deposta una corona alla sede della Prefettura in viale Martiri, e alle 9.30 una terza corona sarà portata al Sacrario della Ghirlandina.

Alle 10 nella Sala del Parlatorio dell’Accademia militare in piazza Roma sarà possibile visitare la mostra “Chiamati al dovere! Dalla Ghirlandina alle trincee della Grande Guerra, i modenesi si raccontano attraverso i propri oggetti”, a cura della Associazione Studi Militari Emilia Romagna.

L’Accademia sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Sempre domenica 4 novembre, dalle 14.30 alle 18.30 a cura di Istituto storico e Musei civici di Modena, si potrà approfittare di una apertura straordinaria della “Sala del Combattente”, in via Ciro Menotti 137, dove si possono osservare documenti, oggetti e storie di combattenti, nel periodo tra le due Guerre Mondiali.

Le iniziative rientrano nel programma “1918 – 2018. A cento anni dalla fine della grande guerra” a cura di Comitato per la storia e le memorie del Novecento del Comune e Comitato per la Commemorazione del Centenario della Grande Guerra, con Provincia, Prefettura e Fondazione Cassa di risparmio di Modena.