Giorno della Memoria: iniziative in programma a febbraio a Modena

Presentazioni di libri e incontri in Galleria Europa, al San Carlo e alle scuole Mattarella

MODENA – Proseguono anche nel mese di febbraio, con tre appuntamenti, le iniziative per il Giorno della Memoria raccolte nel programma a cura del Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento.

Martedì 4 febbraio alle 18, nel ciclo “Incontri con autori e ricerche” dell’Istituto storico, alla Galleria Europa in pazza Grande, Costantino Di Sante, direttore dell’Istituto storico di Ascoli presenta “Le verità dimenticate sul lager di Bolzano. aspetti inediti di uno dei principali campi di detenzione nazista nell’Italia occupata”. Dialoga con l’autore Marzia Luppi, direttore di Fondazione Campo Fossoli.

Domenica 16 febbraio alle 17.30 nella chiesa del San Carlo, Giuliano Albarani, presidente della Fondazione San Carlo, introduce la presentazione del libro “Storia di Sergio” (Rizzoli, 2020) con Tatiana Bucci, Mario De Simone e Alessandra Viola. È la storia dei venti bambini di Bullenhuser Damm, vittime degli esperimenti di Josef Mengele, il “dottor morte”. Andra e Tatiana Bucci sono due sorelle italiane di origine ebraica superstiti dell’Olocausto, testimoni attive e autrici di memorie sulla loro esperienza. l’appuntamento è organizzato col sostegno di BPER Banca, in collaborazione con Fondazione Collegio San Carlo.

Sabato 22 Febbraio alle 17, le iniziative per il Giorno della Memoria 2020 si concludono nella biblioteca dell’Istituto comprensivo 3 alla scuola Mattarella di via Piersanti Mattarella 145. In programma, a cura dell’associazione Insolita c’è la presentazione dell’albo illustrato “Gina Cammina” di Antonella Toffolo, con la partecipazione di Paolo Canton e Giovanna Zoboli della casa editrice Topipittori. Gina è bravissima a “contare le storie”. Come quella volta che a otto anni, a piedi, dall’Appennino modenese partì con la mamma per andare a Firenze, dove l’avevano presa a lavorare. Un’avventura grande, con i bombardamenti, i tedeschi e il rischio di perdersi.