Giorno della Memoria 2023

9

Le iniziative promosse dal Comune di Parma per ricordare le vittime dell’Olocausto

PARMA – In occasione del Giorno della Memoria 2023, il Comune di Parma, attraverso vari assessorati, insieme alla Provincia di Parma, alla Comunità Ebraica  e alcune delle principali istituzioni del territorio, promuove in città numerose iniziative: il 27 gennaio in tutto il mondo si ricordano infatti le vittime dell’Olocausto, nell’anniversario della data in cui le truppe dell’Armata Rossa liberarono i pochi superstiti del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia, nel 1945.

Si è iniziato sabato 21 gennaio alle ore 11 al Museo Glauco Lombardi con la conferenza “Musica perseguitata: il caso Aldo Finzi” a cura di Eleonora Carapella, musicologa e pianista, con interventi di Bruno e Aldo Finzi, figlio e nipote del compositore: un’occasione per conoscere la vita e la musica di Aldo Finzi e di altri musicisti ebrei italiani vissuti durante il Ventennio, nel delicato periodo che condusse alle leggi razziali e alle persecuzioni nazi-fasciste. Ingresso libero fino ad esaurimento posti; info:glaucolombardi@libero.it.

Giovedì 26 gennaio, alle ore 17, il Centro Studi Movimenti in collaborazione con il Comune di Parma e grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna organizza all’Auditorium “Carlo Mattioli” di Palazzo del Governatore la presentazione del volume “La Germania sì che ha fatto i conti con il nazismo” (Laterza, 2022) di Tommaso Speccher, dialogano con l’autore Margherita Becchetti e Ilaria La Fata. Ingresso libero fino ad esaurimento posti; info: centrostudimovimenti@gmail.com.

Altre iniziative arricchiranno la celebrazione del Giorno della Memoria nella giornata del venerdì 27 gennaio: a partire dalle ore 9.30, con la Cerimonia ufficiale delle Pietre d’Inciampo 2023, promossa da ISREC – Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea – insieme al Comune di Parma – Assessorato a Partecipazione, Associazionismo e Quartieri.

La Cerimonia Ufficiale sarà in borgo della Pace 8, con la posa della pietra dedicata a Sergio Larini.

Il percorso prevedrà poi le seguenti tappe: via XX Marzo 9, posa della pietra dedicata a Luigi Lusardi; via Racagni 12, posa della pietra dedicata a Marcellino Jannucci; via Navetta 33, posa della pietra dedicata a Luciano Iaschi.

Venerdì 27 gennaio, alle 10.30, all’Auditorium del Carmine, si svolgerà la cerimonia ufficiale per la “Giornata della Memoria”.

Il programma della commemorazione, organizzata dalla Presidenza del Consiglio Comunale, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e a ingresso libero, prevede l’esecuzione de “La Rosa Bianca”, opera teatrale in musica (testo di Giampiero Pizzol e musiche di Alessandro Nidi) a cui seguirà la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore alla Memoria da parte del Prefetto, alla presenza dei Sindaci dei Comuni di Parma e provincia.

Successivamente è prevista una tavola rotonda con i rappresentanti delle Istituzioni e i ragazzi del “Viaggio della Memoria 2022” dei licei Romagnosi, Marconi ed Albertina Sanvitale.

Modererà il giornalista della Gazzetta di Parma Giuseppe Milano.

Alle ore 16 poi, nel Salone “Bruno Trentin” della Camera del Lavoro di Parma, si terrà la presentazione della ricerca di ISREC basata sulle fonti dell’archivio della Cgil di Parma “Prigionieri, internati e rastrellati dal parmense: tra deportazione e lavoro coatto”. Ingresso libero fino ad esaurimento posti, info: direzione@istitutostoricoparma.it

Alle ore 17, al cinema Astra, sarà proiettato il film “Anna Frank e il diario segreto” del regista israeliano Ari Folman. Il film d’animazione, la cui visione è consigliata dai 10 anni in su, è ambientato ad Amsterdam e ha come protagonista Kitty, l’amica immaginaria di Anna Frank, a cui la ragazza ebrea ha dedicato il suo famosissimo diario. Biglietto d’ingresso € 5

Alle ore 18 nella Sala Gavazzeni – CPM Arturo Toscanini si terrà lo spettacolo “Di madre in figlia” in cui la musica diventa memoria lucida e consapevole del passato che porge la mano alla speranza in un futuro luminoso: un progetto del Collettivo Lynus, con l’attrice Chiara Tomei e la violinista Eliana Marsigliante per la regia di Marco Fragnelli, organizzato da La Toscanini. Info biglietti: biglietteria@latoscanini.it www.latoscanini.it.

Alle ore 20.30 nel suggestivo Auditorium del Carmine si terrà il “Concerto per il giorno della memoria” in cui gli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma faranno riscoprire al pubblico la musica ebraica. La prima parte della serata sarà incentrata sul tema dell’esilio, leitmotiv nelle opere di Mario Castelnuovo-Tedesco ed Ernest Bloch, qui interpretate da Sara Nicosia (pianoforte), Victoria Vasquez Jurado (mezzosoprano) e Saverio Fogliaro (chitarra). La seconda parte prevedrà l’esecuzione del Divertimento per oboe, clarinetto e fagotto di Erwin Schulhoff, compositore di origine ebraica che, dopo l’avvento del nazismo, fu costretto a rifugiarsi in Cecoslovacchia e poi internato nel lager di Wülzburg, dove morì di tisi. In scena il trio di fiati Davide Tomasoni (fagotto), Orfeo Manfredi (oboe) e Jennifer Piazza (clarinetto). L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, info:  www.conservatorio.pr.it.

Infine per tutta la giornata di venerdì dalle 10 alle 24 Lenz Fondazione proporrà in streaming, sul proprio sito web lenzfondazione.it, [ EXILIUM_LA GRANDE CICATRICE ] una performance poetico visuale, rivolta ad un pubblico adulto, dai Tristia di Ovidio, Il cantico dei cantici, Urfaust di Goethe e dalla Todesfuge di Paul Celan; creazione di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto, musica di Andrea Azzali, interprete Valentina Barbarini. Ne La grande cicatrice i versi del poeta latino Ovidio scritti dalla terra d’esilio a Tomi (l’attuale Costanza) in Romania accompagnano i versi del poeta ebreo rumeno che ha vissuto in Francia, ma ha scritto in tedesco – la lingua della madre e della Shoah – la sua opera più nota “Fuga della morte” dedicata all’orrore del genocidio nazista ed estesa a tutta l’umanità in sofferenza.

Sabato 28 gennaio alle ore 14.30 si terrà la Pedalata di Impegno Civile alla scoperta di alcune delle pietre d’inciampo presenti in città, a cura dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Parma, realizzata in collaborazione con FIAB Parma e Coop Alleanza 3.0.

Numerose, poi, le iniziative riservate agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado: l’autore Tommaso Speccher presenterà il suo libro “La Germania sì che ha fatto i conti con il nazismo” alle scuole superiori Itis “Leonardo Da Vinci” e Liceo classico “G.B. Romagnosi”, in due incontri promossi dal Centro Studi Movimenti; al Teatro al Parco andrà in scena lo spettacolo teatrale per le scuole secondarie di primo e secondo grado “Segre. Come il fiume” di Antonio G. Tucci, liberamente tratto da “La memoria rende liberi” di Enrico Mentana e Liliana Segre (edizioni Rizzoli) e “Fino a quando la mia stella brillerà” di Liliana Segre con Daniela Palumbo (edizioni Piemme) nell’ambito della programmazione di Fondazione Solares delle Arti; la Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi proporrà, alle scuole secondarie di primo grado, un doppio incontro con lo scrittore Matteo Corradini che attraverso parole, immagini e musica, avvicinerà i ragazzi in maniera originale ad un grande classico della letteratura, il “Diario di Anne Frank”; i cinema Astra e D’Azeglio, infine, riserveranno alle scuole, tre proiezioni del film d’animazione “Anna Frank e il diario segreto” del regista israeliano Ari Folman.