Giornata Mondiale del Polmone

35

Alle Terme di Cervia esercizi respiratori, cure inalatorie e consulenze gratuiti nelle giornate del 24 e 25 settembre

CERVIA (RA) – Le Terme di Cervia aderiscono – insieme ad associazioni di rilievo internazionale come l’American Lung Association, l’European Lung Foundation, l’Association of European Cancer Leagues, la Royal Society of Medicine e l’Università di Hong Kong – al World Lung Day 2020 del 25 settembre. In programma due giorni alle Terme (24 e 25 settembre) dedicati alla prevenzione e alla cura del polmone, con appuntamenti gratuiti: esercizi all’aperto, cure inalatorie, e la consulenza del direttore sanitario Alessandro Zanasipneumologo esperto in malattie respiratorie.

Il World Lung Day, organizzato da FIRS – Forum of International Respiratory Societies, pone al centro dell’attenzione lo stato di salute dei polmoni e ha l’obiettivo di informare ed educare i cittadini sui rischi legati alle patologie respiratorie e sulle modalità di prevenzione. Argomenti tanto più importanti oggi che l’intero pianeta si trova a gestire la pandemia da Covid-19, i cui effetti dannosi sulle vie respiratorie sono ormai noti.

La Giornata Mondiale del Polmone alle Terme diventa così un’opportunità concreta per prendersi cura della propria salute, mantenendosi in forma e prevenendo eventuali problematiche.

Nella giornata del 24 settembre sarà possibile partecipare a sessioni di esercizi all’aperto, insieme a un chinesiologo esperto in tecniche respiratorie, per imparare a respirare correttamente e migliorare la propria capacità polmonare, regalando benessere al corpo e alla mente. Le sessioni inizieranno alle ore 9 e avranno una durata di trenta minuti, con un numero massimo di 6-7 persone ciascuna. Gli esercizi si terranno nella Terrazza del Sale, circondata dalla pineta millenaria di Cervia, autentico polmone verde della riviera adriatica.

Sarà presente, nel corso della giornata, anche il direttore sanitario Alessandro Zanasi per consulenze gratuite.

Chi avrà partecipato agli esercizi respiratori otterrà un voucher per le cure inalatorie utilizzabile nella giornata successiva, del 25 settembre. Le cure inalatorie vengono effettuate con acqua termale salsobromoiodica e la loro efficacia è scientificamente riconosciuta per diverse affezioni dell’apparato respiratorio. Sono inserite nei Lea e quindi effettuabili in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale, per il trattamento di disturbi come riniti, faringiti, adenoidi,  tonsilliti, sinusiti,  bronchiti. Anch’esse saranno organizzate su fasce orarie, per garantire una gestione ottimale degli ingressi.

«La pandemia da Coronavirus ha reso tutti più consapevoli di quanto possano essere dannosi i virus respiratori. In realtà non sono solo i virus a danneggiare i nostri polmoni, ma anche funghi, batteri, inquinamento, e cattive abitudini come il fumo. Tutti questi fattori possono causare tosse, difficoltà respiratorie, malessere, perdita di peso ecc. Cosa possiamo fare per prevenire tutto questo? Naturalmente ci sono i vaccini, ma prima di tutto dobbiamo prenderci cura di noi stessi, adottando un corretto stile di vita, un’alimentazione sana, misure igieniche idonee. E “imparando a respirare”. Le cure termali svolgono un ruolo fondamentale in questo ambito, grazie all’azione antinfiammatoria e curativa delle acque ricchissime di sali minerali» spiega Alessandro Zanasi.

Per info e prenotazione degli esercizi, delle cure inalatorie e della consulenza con il dottor Zanasi, entro il 22 settembre: info@terme.org | 0544 990111

foto di Marco Onofri