Forlì: Rosaria Tassinari nominata presidente del comitato di distretto

comune di forlìFORLÌ – Nella giornata di giovedì 18 luglio si è riunito in Municipio il Comitato di Distretto di Forlì. Si tratta del primo incontro convocato dopo la tornata elettorale di primavera che ha visto il rinnovo di gran parte delle Amministrazioni comunali. Come provvedimento iniziale, il Comitato ha provveduto a nominare il Presidente che è stato individuato, con voto unanime, in Rosaria Tassinari, Assessore alle Politiche per la Famiglia e al Welfare del Comune di Forlì.

“Ho accolto la nomina con grande senso di responsabilità – afferma l’Assessore Tassinari – e con piena consapevolezza di quanto sia importante il ruolo di coordinare le politiche sociali del comprensorio. Come espresso ai colleghi amministratori nel corso dell’incontro, l’obiettivo primario sarà quello di preservare tutti i servizi attivi nel territorio, anche quelli delle zone più distanti e con meno residenti. Punteremo a mantenere gli equilibri attuali e, ove possibile, apporteremo miglioramenti”.

Il Comitato di Distretto, in base a quanto definito dalla normativa regionale, svolge il ruolo di governo delle politiche sociali, socio-sanitarie e sanitarie nell’ambito dei quindici comuni del territorio forlivese. Tale funzione viene esercitata mediante programmazione, regolazione e verifica, garantendo stretto raccordo con la Conferenza territoriale sociale e sanitaria e avvalendosi dell’Ufficio di Piano.
Il Comitato di Distretto è composto dai Sindaci dei Comuni e dal Direttore del Distretto di Forlì dell’Azienda USL della Romagna.

“Mi preme ricordare – prosegue Tassinari – che l’incarico di Presidente del Comitato di Distretto consente l’ingresso nell’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria nella quale sarò portatrice, insieme al Sindaco Gian Luca Zatttini, delle esigenze e delle necessità del territorio anche in ambito sanitario”.
Nel corso della prima adunanza del Comitato di Distretto è emersa la necessità di ottenere una rappresentanza maggiore dei piccoli Comuni che sarà all’ordine del giorno delle prossime convocazioni.