Forlì: lavori pubblici alla palazzina “Ex Ramilli”

44
Assessore Cicognani sopralluogo

FORLÌ – Le interruzioni dovute al covid, al reperimento delle materie prime e alle componenti di alcuni impianti, hanno rallentato ma mai sospeso i lavori di restauro e risanamento conservativo della palazzina “Ex Ramilli”, in pieno centro storico, all’angolo tra via G. Regnoli, via Oberdan e via Matteucci. L’edificio, una volta conclusasi la ristrutturazione, ospiterà la nuova sede del Servizio Benessere Sociale e Partecipazione del Comune di Forlì.

“Tenuto conto del tempo necessario per effettuare le complesse operazioni di trasloco, le azioni di allestimento e la predisposizione dei nuovi arredi, riteniamo di poter garantire la piena operatività dei servizi sociali nel nuovo stabile, entro la fine dell’estate.”
L’Ass.re ai lavori pubblici, Vittorio Cicognani, accompagnato dal Direttore dei Lavori Arch. Simona Scattolin e dal Dirigente del Servizio Lavori Pubblici del Comune di Forlì, Ing. Gianluca Foca, ha effettuato giovedì mattina un sopralluogo allo stabile, di proprietà del Comune, che accorperà tutti gli uffici del Servizio Benessere Sociale e Partecipazione che ad oggi sono distribuiti nelle diverse sedi di Corso Diaz, via Leoni Cobelli e via Giorgina Saffi.
“In questi mesi” – spiega Cicognani – “abbiamo messo mano in maniera organica a tutte le componenti della palazzina, intervenendo in entrambi i corpi di fabbrica sia dal punto di vista impiantistico che strutturale. Le opere, per un importo complessivo di circa 700mila €, riguardano gli ambienti del seminterrato, il piano terra, il primo, il secondo e il terzo piano, ciascuno identificato con un nuovo colore alle pareti per facilitare l’orientamento degli utenti e la dislocazione degli uffici. Al piano terra, in particolare, si svilupperà tutta l’attività di front-office. In questa parte dell’edificio sono stati allestiti e predisposti una decina di sportelli informativi insonorizzati, per garantire la privacy degli assistenti sociali e quella delle famiglie e delle persone più fragili in carico ai nostri uffici. Nei piani superiori, invece, verrà distribuita l’attività amministrativa del servizio. In questi mesi” – precisa l’Ass.re – “sono stati eseguiti interventi corposi sugli impianti di climatizzazione, nei servizi igienici e sull’impiantistica elettrica, con la sostituzione di tutti i vecchi corpi illuminanti a neon e l’installazione di nuove apparecchiature a led energeticamente più performanti e a basso consumo. Oltre alle opere di recupero e risanamento conservativo dei locali interni, andremo anche ad eseguire opere integrative importanti sulle recinzioni esterne, sui muretti e nella porzione del loggetto.”
“Una volta terminati i lavori, all’interno di questo stabile di circa 2700 mq di superficie prenderanno servizio circa un’ottantina di operatori qualificati, dando vita ad un vero e proprio hub dei servizi di welfare. La nuova collocazione del Servizio Benessere e Partecipazione” – conclude l’Ass.re al welfare e alle politiche per la famiglia Rosaria Tassinari – “ci permette di rendere più armonioso, sicuro ed accogliente il contesto dei servizi sociali, potenziando al tempo stesso l’attrattività di un’area che lamenta scarsi indici di residenzialità e difficoltà di rilancio”.