Servizi demografici: al via indagine sul gradimento

24
Modena

Da lunedì 17 giugno questionari online e intervistatori nella sede dell’Anagrafe di via Santi: dall’attività allo sportello alle opportunità sul web

MODENA – Dai certificati anagrafici alle carte d’identità, dal cambio di indirizzo alle pubblicazioni di matrimonio, fino alle denunce di nascita, alle richieste di cittadinanza o al testamento biologico. Sono solo alcune delle pratiche che si svolgono presso i servizi demografici, sia allo sportello sia online, e che riguardano migliaia di cittadini ogni mese.

Lunedì 17 giugno il Comune di Modena avvia un’indagine sugli utenti di Anagrafe e Stato civile per valutare il gradimento dei servizi e raccogliere suggerimenti per migliorare le attività.

Alle domande del questionario, che spaziano dalle caratteristiche degli uffici rispetto all’accessibilità alla semplicità delle procedure, si può rispondere online, ma nei prossimi giorni saranno presenti anche intervistatori nella sede di via Santi 40 dell’Anagrafe per sottoporre il questionario alle persone che hanno svolto pratiche agli sportelli. Le risposte verranno trattate esclusivamente in forma aggregata e anonima. L’indagine viene proposta periodicamente (l’ultima risale al 2016) e rientra nella programmazione triennale dei controlli di qualità 2022-2024.

L’indagine si occupa dell’organizzazione del servizio allo sportello con domande che puntano a valutare quanto è considerato comodo raggiungere gli uffici, gli orari di apertura, i tempi di attesa, la pulizia e il comfort degli spazi, la chiarezza delle risposte del punto informativo e la facilità nel compilare i moduli, la competenza e la disponibilità del personale.

Stessa attenzione è dedicata al sistema di prenotazione degli appuntamenti e ai servizi online con domande per valutarne la conoscenza, l’organizzazione delle pagine del sito web, la semplicità e la chiarezza delle procedure, i tempi di attesa per il completamento della pratica, la completezza delle risposte. Il questionario, inoltre, prevede anche la possibilità di proporre suggerimenti per migliorare i servizi.