Forlì, comunità terapeutica della Papa Giovanni evacuata

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII logoFORLÌ – La Comunità terapeutica della Papa Giovanni situata a Villafranca di Forlì è stata evacuata a causa dell’esondazione del fiume Montone che ha rotto gli argini vicino al ponte dell’A14. Una quindicina di ospiti hanno trovato rifugio presso una casa scout più a monte. Tra essi anche una donna incinta al sesto mese.

«Stamattina sembrava che la situazione fosse in miglioramento. Poi mentre eravamo a tavola abbiamo saputo che si era rotto l’argine. In mezz’ora abbiamo cercato di mettere al riparo quante più cose possibili e poi l’acqua ha iniziato ad arrivare dappertutto. Quando abbiamo lasciato la casa c’era mezzo metro d’acqua. Mai visto una cosa del genere: la potenza dell’acqua è impressionante» spiega Giovanni Salina, responsabile della comunità che si occupa del recupero delle persone con dipendenze patologiche.

A Villafranca di Forlì si trova anche il “Villaggio della Gioia”, una realtà in cui abitano tre case famiglia della Comunità di don Benzi e altre famiglie ospitate in diversi appartamenti.

«Qui la situazione per il momento è sotto controllo. – spiega Daniele Severi, il responsabile della Papa Giovanni in Romagna – L’acqua non è entrata in casa ma siamo completamente circondati, come delle isole. Non ci possiamo muovere ma abbiamo elettricità. Dobbiamo ringraziare gli ingegneri che hanno costruito il villaggio tenendolo più alto di mezzo metro rispetto al terreno. Le nostre auto al contrario sono sott’acqua».

Nelle case famiglia sono presenti molti bambini ed anche persone con disabilità.