FICO: appuntamenti nel weekend 14 e 15 settembre

Oggi a Fico FICO Eataly World “Sfilatino da Guinness”. Nel Parco del cibo di Bologna si punterà a cuocere e farcire 100 metri di pane con il prosciutto. La nuova “sfida” da guinness con il Consorzio del Prosciutto San Daniele e il Forno di Calzolari

BOLOGNA – Aromatico, morbido e delicato, il Prosciutto di San Daniele DOP dà il meglio di sé in fette sottili, appena tagliate e adagiate sul pane croccante, che ne esalta il sapore e il profumo. Oggi, sabato 14 settembre, a Bologna tutti i buongustai potranno apprezzarlo proprio così, grazie allo “Sfilatino da Guinness”: una nuova sfida gastronomica organizzata da FICO Eataly World con il Consorzio del Prosciutto di San Daniele, che punta a realizzare il panino al San Daniele più lungo del mondo, con 100 metri di pane farcito con il prezioso salume friulano.

Nel parco del cibo più grande del mondo, in questa nuova “impresa” gourmet sarà impegnato un team di eccellenza, a partire dal Forno di Calzolari. Il panificio artigianale di montagna che produce il pane a FICO è considerato uno dei migliori panificatori italiani, ed utilizza le speciali varietà di grani antichi riscoperti e coltivati direttamente sulle alture di Monghidoro, nel Bolognese, macinati a pietra e lavorati con il lievito madre “Gino”, di cui ogni anno celebra il compleanno.

Per tutta la mattinata i maestri fornai impasteranno e cuoceranno a vista il lunghissimo sfilatino croccante lungo la pista ciclabile all’interno di FICO, utilizzando uno speciale forno mobile Zanolli. In collaborazione con il chiosco “AL SAN DANIELE” di FICO, verranno affettati i Prosciutti di San Daniele DOP, con l’ausilio di 3 affettatrici, e dalle 17 inizieranno il taglio, la farcitura e la degustazione dello “Sfilatino da guinness”: tutti i visitatori potranno degustare il super-panino, gratuitamente, registrandosi on line su www.eatalyworld.it.

L’appuntamento a FICO sarà anche l’occasione per conoscere meglio questo prodotto celebre in tutto il mondo. Il Prosciutto di San Daniele è un prodotto DOP e viene prodotto solo dalle 31 aziende aderenti al Consorzio e soltanto San Daniele del Friuli. Nel piccolo comune della provincia di Udine, che misura circa 35 kmq e conta poco più di 8 mila abitanti, si tramanda da secoli l’arte dei mastri prosciuttai che danno vita a una delle eccellenze italiane più celebri e amate. Si consuma non solo nei paesi europei, ma anche negli Stati Uniti, Canada, Australia e molti altri, dove le esportazioni italiane sono in crescita costante.

Il Prosciutto di San Daniele è riconoscibile dalla coscia che termina con lo zampino ma anche dal suo sapore che sprigiona al palato sentore di crosta di pane, frutta secca e malto d’orzo. Caratteristiche indissolubilmente legate all’ artigianalità ed al territorio in cui viene prodotto: terre moreniche, dove il vento alpino resinoso e la brezza marina salmastra dell’Adriatico si uniscono, generando un microclima unico e perfetto per stagionare i prosciutti.

DOMENICA A FICO EATALY WORLD LA FESTA DELLA VENDEMMIA

Dalla raccolta alla pigiatura, per concludere con la degustazione, domenica a Bologna si celebreranno le grandi tradizioni vinicole italiane

Settembre, tempo di vendemmia: torna questa domenica, 15 settembre, la Festa della vendemmia: FICO Eataly World si trasformerà per l’occasione in una vera a propria cantina nella quale tutti i visitatori potranno essere protagonisti in prima persona.

Dalle 15.30, nel vigneto di FICO, al via la festa più bucolica della città: si parte con la raccolta dell’uva dai vitigni di FICO accompagnati dal vintage DJ set de LaGiuma. Appuntamento alla Bottega del vino di Fontanafredda, dove i partecipanti riceveranno le istruzioni per la raccolta dell’uva da uno dei vitigni nel vigneto. I partecipanti potranno infatti raccogliere un grappolo d’uva da portare a casa e ritirare un calice di vino a 2 euro.
Alle 16.30 si entrerà nel vivo con la pigiatura dell’uva a piedi nudi, un’operazione importantissima, oggi ormai quasi completamente sostituita dalla pigiatura meccanica, ma insuperabile per la leggerezza dello schiacciamento degli acini e permettere una prima fuoriuscita del succo e della polpa in modo che i lieviti entrino in contatto con il liquido che dovrà essere poi trasformato in vino. Fino alle 19.30 la festa continua con musica e balli con CrazySwing School.

Il programma del mese dedicato al vino e al vignaiolo prosegue con l’Aperivigna sabato 21 settembre e le Viniadi – I giochi del vino domenica 29 settembre. Continua anche il Festival delle lanterne, il più grande evento sulla cultura cinese mai realizzato, che per la prima volta in Italia le celebri creazioni artistiche degli artigiani cinesi, alte fino a 20 metri: uno spettacolo inedito e affascinante, adatto a tutta la famiglia.

Per informazioni: https://www.eatalyworld.it/it/