Festival ValcenoArte 2020: “Echi nella valle”

29

XVII edizione: tre giorni di concerti e spettacoli a ingresso gratuito

PARMA – Il suono viaggia a più di trecentotrenta metri al secondo, scavalcando ostacoli, guadando fiumi, mettendo in comunicazione persone fisicamente lontane. Per riallacciare le relazioni nell’epoca del distanziamento sociale, il Festival ValcenoArte recupera e attualizza un’antica tradizione della montagna: quella di dialogare da un versante all’altro di una vallata, rispondendosi con la musica e con il canto. Si intitola «Echi nella Valle» la diciassettesima edizione del Festival che si svolgerà dal 28 al 30 agosto 2020 in Valceno (Parma): tre le giornate di concerti e spettacoli a ingresso gratuito organizzati da Associazione Utinam, con il sostegno del Comune di Varano de’ Melegari e la direzione artistica del Trio Amadei, inserite nel calendario di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020-21.

Il programma si aprirà venerdì 28 agosto alle 21.30 con un evento cui si potrà assistere da due location, poste sui lati opposti del fiume Ceno: l’Anfiteatro Naturale di Vianino e Costa Pallavicino. Cori, ottoni e percussioni dialogheranno rispondendosi dai due versanti.

«La condizione di “Tempo Sospeso” percepita durante il lockdown – spiegano i fratelli Liliana, Antonio e Marco Amadei – insieme alla necessità di attenersi alle regole di distanziamento di questi mesi, ci hanno mossi nella ricerca e reinterpretazione di antiche tradizioni. Abbiamo pensato di riproporre, in chiave attuale, un’antica usanza della Valceno, quando gruppi canori si rispondevano da una parte all’altra della vallata, sfruttando l’eco e la cassa armonica naturale della valle. A questa idea, abbiamo aggiunto una tradizione del Sud Italia: le “Serenate sotto le finestre”».

Il 28 e 29 agosto, infatti, a Vianino e Varano de’ Melegari, il fisarmonicista Yuri Vallara sarà disponibile per serenate a domicilio, su richiesta.

Il programma continua sabato 29 agosto: alle 18.00, nella Piazzetta dell’Oratorio di San Rocco a Vianino, si terrà lo spettacolo “Momo, il dio della burla”, con i burattini del Teatro Medico Ipnotico mentre alle 21.30, nel cortile del Castello di Varano de’ Melegari, sarà la volta del concerto “Rimbalzi sonori tra Classica e Jazz” con il Trio Amadei e l’Helga Plankensteiner Jazz Ensemble.

Domenica 30 agosto alle 18.30, presso la Pieve di Serravalle, si potrà ascoltare il concerto “Na’ voce e na’ chitarra” con Annamaria Senatore. Il Festival si concluderà alle 21.30, nel cortile del Castello di Varano De’ Melegari, con la “Serenata in Castello”: il Quintetto d’archi Vianiner eseguirà musiche di Mozart e Dvorak.

Il Festival ValcenoArte è realizzato con il contributo di Dallara Automobili, Raytec Vision, Leca Laterlite, Turbocoating, Autodromo di Varano de’ Melegari, Fercolor, Bercella, Fondazione Cariparma, Fratelli Lombatti. Si ringraziano CML di Civa Silvano srl., Panetteria Fani, Osteria delle Vigne.

Tutti gli spettacoli si terranno all’aperto, nel rispetto delle norme vigenti per il Covid-19 e, in caso di pioggia, saranno annullati. L’ingresso è gratuito, ma è necessario prenotare scrivendo a utinam.organizza@gmail.com.

Programma:

Venerdì 28 agosto 2020

Ore 21.30 – Anfiteatro Naturale di Vianino / Costa Pallavicino
Echi sonori di qua e di là dalla Valle
Con cori, ottoni e percussioni

Ore 19.00 e 23.00 – Vianino (su richiesta)
Serenate sotto le finestre
Yuri Vallara, fisarmonica

Sabato 29 agosto 2020

Ore 18.00 – Piazzetta dell’Oratorio di San Rocco a Vianino
Momo, il dio della burla
Con i burattini del Teatro Medico Ipnotico

Ore 21.30, Cortile del Castello di Varano de’ Melegari
Rimbalzi sonori tra Classica e Jazz
Con Trio Amadei e Helga Plankensteiner Jazz Ensemble

Ore 19.00 e 23.00 – Varano de’ Melegari (su richiesta)
Serenate sotto le finestre
Yuri Vallara, fisarmonica

Domenica 30 agosto 2020

Ore 18.30 – Pieve di Serravalle
Na’ voce e na’ chitarra
Annamaria Senatore, chitarra e voce

Ore 21.30 – Cortile del Castello di Varano De’ Melegari
Serenata in Castello
Quintetto d’archi Vianiner
Musiche di Mozart, Dvorak e una sorpresa

Ingresso libero su prenotazione:
utinam.organizza@gmail.com