Festival IT.A.CÀ, a Villa Smeraldi il 26 settembre giornata di formazione esperienziale

14

BOLOGNA – Sabato 26 settembre a Villa Smeraldi si parlerà di turismo responsabile nella Pianura bolognese nell’ambito della 12^ edizione di IT.A.CÀ, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile. Il tema di quest’anno è la Bio-diversità che riguarda non solo l’ambito ecologico, ma in primis la società globale e il sistema socio-economico dominante.

Durante la giornata di formazione esperienziale a Villa Smeraldi si parlerà della filiera turistica sostenibile, come opportunità economico-sociale, e della formazione di nuove figure professionali in grado di orientare la fruizione e la percezione del territorio. Ci sarà la possibilità di gustare l’enogastronomia locale presso la Locanda Smeraldi e di scoprire la natura e le storie di questi luoghi con un itinerario a piedi con concerto.

Apriranno i lavori Stefano Gottardi, responsabile Servizio Turismo e Politiche Giovanili – Unione Reno Galliera, Belinda Gottardi, delegata Cultura, Pari opportunità, Promozione del Territorio – Unione Reno Galliera, Chiara Nicolodi, assessore alla Cultura, Turismo, Associazionismo del Comune di Bentivoglio e Laura Venturi, direttrice Istituzione Villa Smeraldi – Museo della Civiltà Contadina.


Il programma completo

10.00 – 12.30 Seminario | Opportunità del turismo sostenibile in pianura
DIFFERENT PLANES: TURISMO RESPONSABILE NELLA PIANURA BOLOGNESE

Dalla lettura del paesaggio emerge come i molteplici elementi del mondo rurale e industriale della Bassa bolognese, tradizionalmente estranei al mondo turistico, siano oggi tasselli indispensabili per costruire e per promuovere la fruizione turistica del territorio. Parleremo della filiera turistica sostenibile come opportunità economico-sociale per definire una destinazione turistica diffusa che non può prescindere dall’acquisizione di nuove competenze da parte degli operatori, la fornitura di servizi legati all’accoglienza e all’intermodalità, l’individuazione di nuove figure professionali in grado di orientare la fruizione e la percezione del territorio.

13.00 Pranzo | Gustare la pianura

La nostra cucina è un laboratorio di sapori e gioia! Ci piace giocare in un mondo di padelle e pentole mentre prepariamo cibi tipici della nostra regione: pasta fresca fatta da noi, crescentine e tigelle della nostra tradizione. Proviamo a restare fedeli a quello che il nostro territorio ci ha trasmesso, ma ci mettiamo anche sempre un pizzico di nostra originalità.

14.00 Itinerario a piedi | Natura, storia e musica attraverso i racconti degli abitanti

Partenza: Villa Smeraldi
Tappe: Villa Smeraldi il Museo della Civiltà contadina e il Baladùr (la balera); Lungo il Navile, Il castello, Palazzo Rosso, Centro Sociale il Mulino.

Storie vecchie e nuove si intersecano in questo percorso ambientale, storico e culturale: saranno gli stessi abitanti del territorio a raccontare la vita delle vecchie e delle nuove generazioni che hanno abitato il territorio di Bentivoglio, un gioiello nel bolognese. Alle storie delle grandi famiglie a cui si devono imponenti e suggestivi edifici si affiancano storie di vita quotidiana, il duro lavoro delle campagne, le serate danzanti, la comunità locale tra accordi e disaccordi con i ricchi “padroni”, il tutto immersi nell’ambiente “naturale” incredibilmente prolifico che cambia e si rigenera.

Tutta la formazione è gratuita – seminario, pranzo, itinerario e concerto – grazie al contributo dell’ente di formazione FORMart e a tutti i partner dell’iniziativa.

Iscrizione obbligatoria per misure anti Covid-19.