Festeggiato alla Reggia di Colorno il fotografo Nino Migliori

50
Nino Migliori e torta, credit Gigi Montali

Il compleanno dell’artista è stata l’occasione per la presentazione alla stampa della mostra fotografica “L’arte di ritrarre gli artisti”

COLORNO (PR) – Venerdì pomeriggio la Sala del Trono della Reggia di Colorno (Parma) ha avuto il piacere di ospitare il Maestro Nino Migliori, tra i più autorevoli ricercatori italiani nel campo della fotografia. Per festeggiare il suo 96° compleanno l’artista ha accettato l’invito di Provincia di Parma, Comune di Colorno, Antea e del Gruppo Fotografico Color’s Light in vista della sua mostra monografica “L’arte di ritrarre gli artisti” (per la direzione di Antonella Balestrazzi e curata da Sandro Parmiggiani) e fiore all’occhiello della 13a edizione del ColornoPhotoLife  che si svolgerà dal 14 al 16 ottobre.

Sono intervenuti la Delegata della Provincia di Parma al Supporto ai Comuni Sara Tonini, il Sindaco del Comune di Colorno Christian Stocchi, il curatore della mostra di Migliori Sandro Parmiggiani, il presidente del Circolo Fotografico Color’s Light e ideatore del ColornoPhotoLife Gigi Montali e Antonella Balestrazzi di Antea e direttrice della mostra monografica.

A fare gli onori di casa il Sindaco di Colorno Christian Stocchi che ha salutato e ringraziato i presenti, in particolar modo il Maestro Migliori, ospite speciale del festival ColornoPhotoLife con la sua mostra di grande qualità e di grande attrattiva che valorizza gli spazi della Reggia; il curatore della mostra Sandro Parmiggiani che con la sua competenza aiuta anche i profani a comprendere meglio il linguaggio fotografico; Gigi Montali, colonna e anima del festival che non si è mai fermato nemmeno negli ultimi anni difficili, seppur con una fruizione differente. “Credo che quest’anno – continua Stocchi – ci siano tutti gli ingredienti per poter tornare a una normalità che permetterà di visitare le mostre proposte anche con uno spirito diverso. Ha preso poi la parola Antonella Balestrazzi, Presidente di Antea, società che gestisce la Reggia di Colorno e che organizza la mostra di Nino Migliori, evento clou del festival: “ringrazio soprattutto il Maestro per aver voluto festeggiare anche con noi il compleanno e lo aspettiamo per festeggiare i cento anni in Reggia. Guardando le sue foto, ‘suggestione’ è la parola che mi viene in mente per commentare i personaggi ritratti. Ringrazio anche Gigi Montali senza il quale il festival non potrebbe esistere e nemmeno la mostra di Migliori e Sandro Parmiggiani a cui spetta il compito di illustrare l’opera di Migliori. Senza tralasciare Comune e Provincia.” Sara Tonini, Delegata della Provincia di Parma “ringrazio il Comune di Colorno che insieme alla Provincia collabora da anni per eventi come questi che si svolgono alla Reggia, cornice ideale per la monografica di Migliori, poi Antea per l’organizzazione della mostra e il Gruppo Fotografico Color’s Light per tutta l’organizzazione: ci vediamo al Festival!”. Gigi Montali, Presidente del Gruppo Fotografico Color’s Light ed ideatore del festival: “è un piacere avere qui Nino, già ospite della seconda edizione del ColornoPhotoLife, quando eravamo ancora ‘giovani’, lui ci ha aperto le porte, è stato disponibilissimo a fornirci una sua mostra, facendoci fare un salto di qualità. Abbiamo iniziato per scherzo, per rispondere ad una sollecitazione esterna, ora siamo qui a presentare la 13a edizione del ColornoPhotoLife con il tema ‘Acqua, fonte di vita’ (dal 14 al 16 ottobre). Un festival che nasce dal lavoro collettivo del nostro gruppo fotografico e che si avvale di prestigiose collaborazioni. Anno dopo anno la rassegna è migliorata ed è sempre più punto di riferimento per il panorama fotografico nazionale. Il festival ufficialmente inaugurerà il 14 ottobre con un programma molto nutrito, quest’anno a parte Nino con la sua grande mostra, ci saranno come di consueto maestri di fotografia e autori giovani ma già affermati. Questa edizione proporrà 20 mostre fotografiche negli spazi ufficiali e altre 16 diffuse nel paese, ma il festival non si ferma alle esposizioni. Ha un programma culturale che, iniziato a settembre, finirà a metà novembre. Anche presentazioni editoriali, come l’incontro con  Guido Harari il 15 ottobre che mostrerà il suo ultimo libro, concerti e proiezione di audiovisivi a cui si affiancheranno attività di confronto della lettura portfolio e fanzine che si svolgeranno nel week end del 15 e 16 ottobre. La buona riuscita del festival possiamo averla se ci sono sinergie: Provincia, Comune, Regione, Csac, e Fondazione Cariparma che anche quest’anno ci hanno supportato in questa iniziativa. Nell’edizione 2022 abbiamo anche il contributo dell’Archivio Fondazione 3M per la mostra su Alberto Sordi. Per concludere: Siamo veramente felici ed onorati di avere al ColornoPhotoLife l’amico artista Nino Migliori. La sua opera nella diffusione della fotografia è infinita, penso che questa mostra incentrata sul ritratto mostrerà ai visitatori il suo percorso fotografico fatto da una ricerca artistica continua”.

“Definire con una sola parola Migliori, non ci riuscirei – prosegue Alessandro Parmiggiani, curatore della mostra ‘L’arte di ritrarre gli artisti’ di Nino Migliori ospitata al Piano Nobile della Reggia (aperta dal 15 ottobre fino al 10 aprile 2023) -. Da più di settant’anni ‘traffica’, questo è il termine giusto, con la macchina fotografica e con quelle che sono state le sue evoluzioni. Un eterno ragazzo, con una capacità di osservazione e penetrazione nel guardare, con un atteggiamento che ricorda quello dei bambini che smontano i giochi e poi li ricompongono. Nella mostra che presentiamo abbiamo cinque sezioni: i ritratti d’artista. Il suo è un continuo affinamento del modo di guardare questi artisti nel tentativo di catturare l’anima della persona che si sta ritraendo. I ritratti in bianco e nero, avviati negli anni Cinquanta, quando andava a Venezia e frequentava la casa di Peggy Guggenheim e sviluppati fino agli anni recenti; le immagini a colori nelle quali spesso opera una dislocazione dei piani e talvolta ritaglia le immagini e le ricolloca nello spazio; le sequenze di immagini tratte dal mezzo televisivo e concepite come fotogrammi in divenire; le grandi ‘trasfigurazioni’ (100 x 100 cm) a colori in cui Nino interviene ‘pittoricamente’ sull’immagine; i ritratti recenti ‘a lume di fiammifero’, che applicano alcune sue ricognizioni condotte su sculture ‘a lume di candela’. Nino ha cercato di essere artista lavorando attorno a questo ‘accidente’ che si chiama macchina fotografica”. 86 opere inedite, quasi tutte ritratti di artisti da lui frequentati, realizzate tra gli anni Cinquanta e oggi, che consentono di ripercorrere, attraverso le diverse tecniche adottate, le ricerche e le esplorazioni del mezzo fotografico condotte nel corso di oltre settant’anni di attività.

A concludere Nino Migliori: “Grazie per avermi invitato, innanzi tutto. Vedrete esposte fotografie inedite, mai esposte, sono curioso anche io di vedere che effetto fanno appese a una parete. Il ritratto per me è riconoscere in esso quella persona con cu istavo parlando. I ritratti ‘a lume di fiammifero’ permettono con questa fonte luminosa di variare molto i tratti di una persona, spostandosi anche solo di pochi centimetri, differenti da come appaiono con una illuminazione totale”.

Al termine della chiacchierata, un brindisi e il taglio di una speciale torta d’autore realizzata dagli allievi di ALMA, il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale, che ha sede proprio nella Reggia.

Per il programma completo del ColornoPhotoLife 2022 si consiglia di visitare il sito del Festival www.colornophotolife.it costantemente aggiornato.