Festa della Repubblica: in Consiglio interviene Kocollari

10

Nella seduta di giovedì 3 giugno anche il regolamento sulle attività rumorose temporanee e il tema degli insediamenti dei nomadi. I lavori si possono seguire sul sito del Comune

MODENA – L’intervento della docente di Unimore Ulpiana Kocollari sul tema “Cittadinanza e responsabilità” è al centro della seduta del Consiglio comunale di Modena di giovedì 3 giugno, in cui è previsto un momento celebrativo dedicato alla Festa della Repubblica, di cui quest’anno ricorre il 75esimo anniversario. Sono inoltre in programma una delibera sul regolamento sulle attività rumorose temporanee, come cantieri e concerti, e alcune interrogazioni sul tema degli insediamenti dei nomadi in città. La seduta è convocata nella sala consiliare, nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività anche da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta streaming sul web i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 14.30 con le tre istanze incentrate sulla situazione dei campi nomadi di Baggiovara e San Matteo, e sui controlli svolti dalla Polizia locale in queste aree, presentate da Forza Italia (due distinte interrogazioni) e Lega Modena. I lavori continuano con l’appello, alle 15.45, quindi è in programma il momento celebrativo sulla ricorrenza del 2 giugno, con l’intervento di Kocollari, docente di Etica e Responsabilità sociale d’impresa dell’ateneo cittadino, preceduto dai saluti del presidente dell’Assemblea Fabio Poggi e del sindaco Gian Carlo Muzzarelli. L’iniziativa rientra negli appuntamenti organizzati dal Comitato comunale per la Storia e le Memorie del Novecento.

A seguire è prevista la votazione del provvedimento che disciplina le regole per le attività rumorose temporanee. Infine, l’Assemblea ha in programma la discussione di sette ordini del giorno, a partire dalla mozione dedicata alla promozione e la sensibilizzazione dell’attività fisica e sportiva, anche in ambito scolastico (Pd, Modena civica e Sinistra per Modena).

Gli altri ordini del giorno riguardano il sostegno al sistema “Nutrinform battery” per tutelare il made in Italy (Lega Modena, Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Forza Italia), le azioni per il rispetto del diritto internazionale e per la pace e per il riconoscimento dello Stato di Palestina (Sinistra per Modena, Pd, Movimento 5 stelle, Verdi e Modena civica), l’applicazione del decreto Puc (Progetti utili alla collettività) per i percettori del reddito di cittadinanza (M5s), la sperimentazione di linguaggi condivisi per affrontare il disagio giovanile in modo integrato (Pd, Verdi e Modena civica), l’istituzione della “Giornata della vita nascente” (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia, Lega Modena e Forza Italia) e il tema “Diventare italiani a 18 anni” (Verdi).